Il nuovo Skoda Karoq

Karoq, il fattore K di Skoda. Dopo il successo del Kodiaq, la casa boema lancia un Suv più compatto

di Nicola Desiderio
  • condividi l'articolo
  • 1

STOCCOLMA - Si chiama Karoq, è il nuovo Suv di Skoda e sostituisce la Yeti per posizionarsi al di sotto della Kodiaq e continuare così l’offensiva che ha già portato il costruttore ceco a battere record su record negli ultimi anni per vendite, profitti e conquista dei mercati, persino quello cinese dove sono finite quasi 400mila delle oltre 1,1 milioni di Skoda vendute nel 2016. Il fattore K dunque funziona, e non si tratta certo di fortuna, soprattutto guardando a dove la casa di Mlada Boleslav era solo qualche anno fa. La Karoq è lunga 4,38 metri, larga 1,84 a alta 1,60 con un passo di 2,64 metri.
 

Lo stile è quello elegante e pulito delle Skoda di ultima generazione, ma con qualche accenno di muscoli in corrispondenza dei parafanghi e con gruppi ottici posteriori che stilizzano la tipica C luminosa in modo decisamente più aggressivo. Tecnicamente, la Karoq nasce sulla piattaforma modulare MQB, la stessa della Kodiak e di altre sorelle nonché di cugine illustri come la Seat Ateca, con la quale condivide lo stabilimento di Kvasiny, in Repubblica Ceca, e anche la Volkswagen Golf. E da sua maestà, la regina di Wolfsburg, prende molto altro, come la strumentazione completamente digitale su display da 12,3 pollici – prima assoluta per una Skoda – e l’ampia gamma di sistemi infotelematici con schermi capacitivi fino a 9,2 pollici, capaci di specchiare qualsiasi dispositivo esterno, tra cui anche quello con i comandi gestuali e dotato di tutti i servizi più moderni di informazione e assistenza. Tra questi, c’è la possibilità di controllare e attivare a distanza informazioni e funzioni, sia con lo smartphone sia con il pc di casa. La Karoq è inoltre dotata di tre chiavi configurabili: utili in famiglia e anche per le flotte.

Il nuovo Suv che viene dalla Mitteleuropa non si fa mancare nulla neppure in tema di sicurezza, in particolare per i sistemi di assistenza alla guida. La lista comprende la lettura dei segnali, l’allerta per il traffico trasversale quando si fa retromarcia, il cruise control adattativo e l’Emergency Assist che utilizza simultaneamente più dispositivi – frenata autonoma con riconoscimento pedoni, allerta per l’angolo cieco e la stanchezza, mantenimento attivo della corsia – quando c’è una situazione di pericolo e il guidatore non reagisce alle sollecitazioni visive e sonore per un colpo di sonno o un malore.
 

 

L’auto allora prende il controllo della situazione e si arresta accendendo l’hazard. Insomma, c’è da stare tranquilli, anche quando si viaggia di notte con i fari full led illuminano la strada con la loro luce bianca come il sole, indirizzandola se necessario all’interno delle curve, ma senza mai abbagliare gli altri automobilisti. La Karoq dunque si presenta senza complessi “tecnologici” di sorta, ma non dimentica affatto le buone abitudini della famiglia Skoda, tra cui quella di offrire tanto spazio condito di piccole quanto utili soluzioni. La trovata stavolta si chiama VarioFlex ed è un divano posteriore composto da tre sedili singoli che scorrono, variando progressivamente la capacità del bagagliaio da 479 a 588 litri, possono essere abbattuti per avere 1.630 litri e addirittura smontati ottenendo così una stiva da 1.810 litri. A facilitare il tutto, c’è il portellone elettrico apribile con il movimento del piede. La gamma motori comprende il 3 cilindri mille da 115 cv, l’1.5 da 150 cv con sistema di disattivazione dei cilindri e due diesel. Il primo è l’1.6 litri da 115 cv che offre i consumi e le emissioni più bassi (4,5 litri/100 km paria 115 g/km di CO2), l’altro è il 2 litri da 150 cv o da 190 cv (211 km/h, 0-100 km/h in 7,8 s.).

Quest’ultimo è corredato di serie del cambio DSG doppia frizione a 7 rapporti – disponibile viceversa a richiesta per tutte le altre versioni – e della trazione integrale la cui presenza aggiunge la modalità di guida Offroad alle altre 4 selezionabili dal guidatore e che modificano la risposta della meccanica, dello sterzo e anche delle sospensioni, nel caso vi siano gli ammortizzatori a controllo elettronico. La nuova Skoda Karoq sarà presentata ufficialmente al pubblico in occasione del Salone di Francoforte, previsto a settembre, e la sua commercializzazione partirà entro la fine dell’anno, ma non si conoscono né i prezzi né gli allestimenti che comporranno la gamma. È dunque ragionevole pensare che gli ultimi giorni del 2017 vedranno solo un’attività di prove e prevendita, ma le prime consegne avverranno i primi giorni del nuovo anno.
 

  • condividi l'articolo
  • 1
Martedì 30 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 01-06-2017 00:27 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti