Mercedes Classe S, la super ammiraglia avanza sulla strada della guida autonoma

di Giampiero Bottino
SHANGHAI - Non è certo casuale la decisione di Mercedes, che ha scelto il Salone di Shanghai per il debutto ufficiale della nuova Classe S, l'ammiraglia reduce da un'ulteriore, robusta iniezione di tecnologie che la collocano in pole position nella corsa verso la guida autonoma e la mobilità sostenibile. Anche se la crescita non è più quella frenetica del passato, il mercato cinese resta infatti il più ricettivo per le vetture di lusso capaci di testimoniare lo status del proprietario.

A lancio europeo previsto per luglio la Classe S si presenterà con una gamma di motori in gran parte inedita, costituita da unità benzina e diesel a 6 cilindri in linea e da un V8 biturbo, nonché da una versione ibrida plug-in che promette un'autonomia elettrica nell'ordine dei 50 km. Tra le tecnologie che fanno il loro esordio assoluto troviamo l'Isg a 48 Volt, che integra il motorino d'avviamento e l'alternatore, e il compressore elettrico supplementare eZV.

Per quanto riguarda la guida autonoma, l'evoluzione delle soluzioni Intelligent Drive è evidente e significativa, visto che il sistema d regolazione della distanza Distronic e quello di assistenza allo sterzo attivo intervengono in ausilio del guidatore anche nella conduzione delle curve e nel dosaggio automatico della velocità prima di effettuare una svolta o mentre ci si avvicina agli incroci.

Tutti i sistemi di assistenza alla guida hanno registrato notevoli miglioramenti non solo a livello di funzionalità, ma anche nella comunicazione al pilota che ora può controllare in modo semplice e intuitivo – sia sullo schermo sia sull'head-up display – quali sono i dispositivi attivi al momento e a quali situazioni sono pronti a reagire. Particolarmente significativo il perfezionamento registrato dal sistema si assistenza al cambio di corsia: per attivarlo, basta una leggera pressione sulla leva dell'indicatore di direzione e l'auto – una volta rilevato che non sussistono pericoli – effettua autonomamente la manovra, per esempio in occasione di un sorpasso.

Il riconoscimento dei segnali stradali è stato implementato, e oltre ad avvisare del superamento di limita di velocità da “leggere” anche i divieti d'accesso e riconoscere la presenza di persone a bordo strada quando ci si avvicina a un passaggio pedonale. La Classe S ha anche imparato a parcheggiare longitudinalmente o trasversalmente eseguendo gli ordini – dove il codice della strada non lo impedisce – impartiti a distanza tramite uno smartphone.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Martedì 18 Aprile 2017, 12:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Fiat Chrysler archivia un trimestre da record e il titolo vola in borsa riportando in territorio positivo (+0,15%) l’intero indice di Piazza Affari. Le contrattazioni delle azioni del gruppo...
Ford Mustang è la sportiva più venduta al mondo, oltre 150.000 esemplari venduti nel 2016
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
MODERNISSIMA
La linea di produzione della Alfa stelvio nella fabbrica di cassino
CASSINO - Auto premium possono solo nascere in una fabbrica premium. Oppure, dimmi da dove vieni e...
LA RIVOLUZIONE
Le retromarce, l'inversione di marcia, i posteggi e le uscite dalle aree di parcheggio, ma...
L'EVENTO
Una vecchia monoposto di Formula E transita a Roma con sullo sfondo il Colosseo
ROMA - Alla fine l'ok è finalmente arrivato. L’Aula Giulio Cesare dà il suo...
LA PRESENTAZIONE
La locandina della 40^ edizione della Dakar
PARIGI – La Dakar celebra la 40° edizione, la decima in Sudamerica, tornando in...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009