L'ad VW: «Un successo i risultati 2016, frutto di un buon lavoro. Usa mercato importante»

WOLFSBURG - Volkswagen propone ai suoi azionisti un dividendo in netto rialzo, pari a 2 euro per i titoli ordinari e 2,06 euro per le azioni privilegiate. La strategia per il futuro, che punta a rendere redditizio il marchio principale, prevede un taglio annuale dei costi di 3,7 miliardi di euro l’anno fino al 2020, con tagli di posti di lavoro. Sottolineando il sorpasso su Toyota in testa alla vendita mondiale di veicoli con 10,312 milioni di auto vendute (+3,8%), il ceo del gruppo Matthias Mueller ha detto che «il 2016 non è stato l’anno orribile che molti pronosticavano» ma piuttosto «un anno di successo».

C’è molto lavoro davanti, ha aggiunto il ceo, ma il gruppo farà di tutto per mantenere e rafforzare la fiducia ritrovata. «Il primo posto nelle vendite non è un risultato fine a se stesso», ha aggiunto Mueller, «ma è frutto di un buon lavoro». Mueller ha ribadito l’importanza del mercato Usa, «nonostante la crisi del diesel» e i timori di protezionismo: «Vogliamo investire e giocare un ruolo più grande rispetto a oggi», ha detto. «Vw è sulla strada giusta» per affrontare i prossimi anni di grande cambiamento nel settore, ha concluso Mueller, ribadendo la scelta per l’elettromobilità come opzione strategica per i prossimi anni. Volkswagen prevede per quest’anno un fatturato in rialzo del 4% rispetto ai 217,3 miliardi di euro dell’anno passato, con vendite che «eccederanno moderatamente» i livelli del 2016, quando nonostante ”il problema emissioni” il gruppo ha venduto 10,4 milioni di veicoli superando Toyota come primo produttore mondiale.

L’utile pre-tasse è atteso al 6-7% delle vendite e Vw ha fatto sapere di aver sanato finora quattro milioni di auto con centraline fuori norma. Pubblicati oggi i risultati dei singoli marchi del gruppo per il quarto trimestre 2016: Volkswagen segna un utile operativo di 625 milioni (contro la perdita di 127 milioni di un anno prima), Porsche di un miliardo contro 858 milioni, mentre Audi scende a 928 milioni da 1,1 miliardi.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Martedì 14 Marzo 2017, 11:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Skoda Karoq, il Suv compatto che affianca il fratello maggiore Kodiaq
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009