Bmw K 1600 GT e GTL, le “ammiraglie” delle due ruote ancora più tecnologiche

di Antonino Pane
COLONIA - Il motore sei cilindri in linea da 1600 centimetri cubici la mette sul piedistallo più alto del motociclismo turistico. Bmw K 1600 GT e GTL,  moto che non hanno nulla da invidiare a una grande ammiraglia su quattro ruote. Basti pensare che da oltre 80 anni i motori sei cilindri in linea sono parte integrante della storia automobilistica di Bmw e dell‘identità del marchio. Sono trascorsi sei anni dal lancio internazionale in Sud Africa delle K 1600 GT e GTL. Con queste moto Bmw Motorrad non riuscì solo a trasferire con successo questa tradizione al comparto motociclistico, ma anche a posizionare sul mercato il motore motociclistico sei cilindri in linea dalla cilindrata superiore a 1000 centimetri cubi più leggero e compatto mai prodotto.

E all'Intermot di Colonia i sei anni sono stati celebrati alla grande con una serie di interventi su questa moto che hanno finito per renderla praticamente straordinaria. Vediamoli. Al motore sei cilindri in linea, sono stati sostituiti i catalizzatori. I nuovi rispondono alle norme Euro 4. La potenza è invariata 160 cavalli a 7750 g/min e la coppia massima è di 175 Nm a 6500 g/min. Ora sulla moto di serie ci sono anche le sospensioni a regolazione elettronica Dynamic ESA con adattamento automatico dell’ammortizzazione. Il sistema di retromarcia per una manovrabilità più semplice è invece disponibile come optional. Come optional c'è anche il cambio elettro assistito Pro per salire di marcia e scalare la marcia senza frizione. La moto può anche essere dotata di chiamata di emergenza intelligente per un soccorso veloce in caso d’infortuni o di situazioni di emergenza.

Rinnovati, invece, gli strumenti con quadranti ridisegnati; sul tachimetro c'è la scritta K 1600 GT. Sulla linea incidono molto i deflettori che ottimizzano la protezione contro il vento e le intemperie. Ora sono più grandi e sono del tutto "assorbiti" dalla carena grazie anfatto che sono stati disegnati ex novo. «Già il modello - spiegano i tecnici Bmw - precedente aveva definito benchmark nuovi nel segmento delle moto da turismo a livello di stabilità e di dinamica di guida e di maneggevolezza: adesso, la nuova K 1600 GT marca un ulteriore progresso. Grazie alle sospensioni a regolazione elettronica Dynamic ESA e alle modalità “Road” e “Dynamic”, è stato possibile incrementare sensibilmente l’esperienza di guida attiva e il comfort rispetto il modello precedente.

Nell’impostazione standard, Road, l’adattamento delle sospensioni è completamente automatizzato nell’intero campo di regolazione, offrendo così il massimo comfort e la migliore trazione su quasi tutti i fondi stradali. In ogni stato di guida e con ogni carico viene messa a disposizione la forza di ammortizzazione ottimale. A seconda delle preferenze del cliente, il precarico molla può essere adattato allo stato di carico indipendentemente dall’ammortizzazione, premendo semplicemente un pulsante. Sempre premendo un pulsante, comodamente dal manubrio e durante la guida, il guidatore - aggiungono i tecnici - può selezionare l’impostazione“Dynamic” e così una taratura delle sospensioni generalmente più rigida». Comoda da manovrare grazie al nuovo sistema di retromarcia.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 12 Ottobre 2016, 20:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Comunque vada sarà un successo. Due vittorie in tre gare e un ottimo secondo posto. Vettel guida dall’inizio il Mondiale Piloti ed ora la Ferrari è in testa anche in quello...
La concept car Renault R.S. 2027 Vision esplora il futuro della Formula 1
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RIVOLUZIONE
Le retromarce, l'inversione di marcia, i posteggi e le uscite dalle aree di parcheggio, ma...
OCCHIO ALLA BICI
Ciclisti in strada
ROMA - Novità sostanziose in vista per gli amanti delle due ruote senza motore e...
AVVIO INASPETTATO
Thierry Neuville (Hyundai) ha vinto il tour de Corse
AJACCIO – Difficile immaginare un avvio più intrigante: con il successo di Thierry...
WTCC
Tiago Monteiro
MARRAKECH – Il fine settimana inaugurale (dopo le prove generali di Monza) del FIA World...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009