WRC, Rally Messico: caccia alla Toyota Yaris di Latvala. Sterrato e caldo le incognite

di Mattia Eccheli
CITTÀ DEL MESSICO – Un rally a “scartamento ridotto”. Gli iscritti alla terza tappa del FIA World Rally Championship sono appena 29. Pochi in assoluto, ma appena uno in meno rispetto all'edizione del 2016 quando i partenti erano stati 30. La gara messicana, la prima delle due in Sud America (che l'anno scorso erano consecutive, ma nel 2017 il calendario è stato modificato), è la prima stagionale sullo sterrato.

Con i suoi 48 punti, Jari-Mati Latvala, quest'anno al volante della debuttante Toyota Yaris, si presenta per la prima volta come il pilota da battere, anche se ha fatto sapere di potersi ritenere soddisfatto con un piazzamento tra i primi 5. Il finlandese guida la classifica individuale provvisoria (secondo a Montecarlo e primo in Svezia) e aveva vinto il rally del 2016, quando ancora puntava al titolo iridato, poi sfumato per via di errori al volante, problemi tecnici e ritiri.

Dopo due gare su neve e ghiaccio, i piloti dovranno fare i conti con condizioni opposte, anche se le incognite meteorologiche non mancano mai, cioè temperature anche olte i 30 gradi. Le novità al via sono poche, anche se una interessa l'Italia. Lorenzo Bertelli, che contrariamente al suo navigatore Simone Scattolin non aveva preso parte alla tappa monegasca e che ha esordito in questa stagione in Svezia con la “vecchia” Ford Fiesta, parte con la nuova auto, la Fiesta WRC 2017.

L'altra riguarda il team Citroen, finora deludente, che torna ad affidare la seconda nuova C3 a Stéphane Lefebvre (la prima è per l'ancora più deludente Chris Meeke), confermando l'alternanza con Craig Breen, finora il migliore del team. Il pilota irlandese non prenderà nemmeno il via in Messico. Con la Mini John Cooper Works, Valery Gorban è l'unico partente nel WRC Trophy. Il cuore del Rally è Leon, 400 chilometri a nord della capitale dove i piloti verranno aviotrasportati per la consueta super speciale. Complessivamente sono in programma 19 stage per un totale di 370 chilometri contro il tempo (900 km in totale).
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 8 Marzo 2017, 12:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009