DriveNow, il car sharing di Bmw e Mini sbarca anche a Milano Linate

MILANO - DriveNow, il servizio di car sharing frutto della joint venture tra il Gruppo Bmw e Sixt Se, annuncia l’inclusione dell’aeroporto di Milano Linate nell’area operativa coperta dal servizio. Da oggi i milanesi e tutti coloro che transiteranno a Milano per lavoro o viaggi di piacere avranno a disposizione una nuova e conveniente alternativa per spostarsi dalla città all’aeroporto di Linate e viceversa. I clienti che sceglieranno DriveNow per raggiungere l’aeroporto di Milano Linate potranno terminare il noleggio della propria auto all’interno del parcheggio P3 Livello 1 dell’aeroporto, a cui avranno libero accesso.

Il costo del viaggio verrà come sempre conteggiato al minuto, a seconda del modello di auto che si è scelto di utilizzare - da 31 centesimi a 34 centesimi per i modelli Bmw Serie 2 - e prevederà un costo extra di 5 euro. Lo stesso costo addizionale sarà conteggiato anche a chi sceglierà di utilizzare DriveNow per il rientro in città dall’aeroporto. Tutti i costi di benzina, assicurazione e parcheggio sono, invece, inclusi. L’inclusione dell’aeroporto di Linate renderà più facili gli spostamenti soprattutto a tutti quei clienti che viaggiano spesso per lavoro. Pochi minuti dopo essere atterrati, sarà sufficiente aprire l’applicazione mobile di DriveNow e prenotare la propria auto per 15 minuti. E non solo a Milano: i clienti DriveNow potranno, infatti, visualizzare i veicoli Bmw e Mini disponibili per il noleggio anche negli altri aeroporti d’Europa partner di DriveNow: Londra (London City Airport), Stoccolma, Copenaghen, Vienna, Düsseldorf, Colonia, Amburgo, Monaco di Baviera e Berlino.

Ad esempio, chi dovrà recarsi da Milano ad Amburgo per una riunione di lavoro potrà comodamente raggiungere Linate con un auto DriveNow e, una volta atterrato ad Amburgo, in pochissimi minuti essere a bordo di un altro veicolo del servizio di car sharing tedesco, così da raggiungere in poco tempo e senza alcuno stress il proprio meeting. Massima comodità anche per chi si sposta per viaggi di piacere: atterrati in aeroporto, infatti, i clienti potranno scegliere l’ auto Bmw o Mini che meglio risponde alle proprie esigenze quanto a numero di passeggeri e bagagli. «Siamo molto lieti di aver siglato questo importante accordo con Sea.

L’inclusione dell’aeroporto di Linate nell’aerea operativa di DriveNow a Milano era tra i nostri obiettivi primari e siamo davvero orgogliosi di aver raggiunto questo risultato a pochissime settimane dal lancio in Italia - afferma Andrea Leverano, managing director DriveNow Italia -. Da oggi i nostri clienti avranno un motivo in più per scegliere di viaggiare a bordo di una delle nostre BMW e MINI e lo potranno fare con la consapevolezza di avvalersi di un nuovo partner di qualità presente nelle principali città d’Europa». Dopo le partnership strette con gli aeroporti di Berlino, Monaco di Baviera, Amburgo, Colonia, Düsseldorf, Vienna, Copenaghen, Stoccolma e Londra (London City Airport), Milano Linate è il decimo aeroporto ad essere incluso da DriveNow nelle proprie aree operative.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Giovedì 1 Dicembre 2016, 17:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Un flash della recente storia italiana attraverso la storia della Piaggio. Al pari di altre grandi aziende come Fiat e Pirelli, la società di Pontedera ha legato la sua evoluzione e i suoi...
Toyota al salone di Ginevra 2017. Intervista ad Andrea Carlucci
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
NUOVE REGOLE UE
Due seggiolini con lo schienale
ROMA - “Ad oggi non è prevista alcuna sanzione per chi continuerà a usare i...
SICUREZZA AL VOLANTE
Il manichino big size
ROMA - Anche i crash test dummies, i manichini usati per provare la sicurezza dei veicoli, si...
TEST AUSTRALIA
Maverick Vinales domina anche la terza giornata di test in Australia
PHILLIP ISLAND - Maverick Vinales ha dominato anche il terzo giorno di test della Motogp sul...
IL NUOVO GIOIELLO
La Ferrari SF70H
MARANELLO - Si chiama SF 70 H, dove la h sta per la motorizzazione Hybrid, la Ferrari che...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009