Il mare in primo piano a Gaeta con il Med Festival Experience

di Sergio Troise
NAPOLI - E’ stato presentato a Napoli il Med Festival Experience, evento nato dalle ceneri dello Yacht Med Festival, in programma a Gaeta dal 22 aprile al primo maggio, con il patrocinio del Parlamento europeo, del Consiglio Regionale del Lazio, del Comune di Gaeta, dell’Eurispes, di Confimprese Italia e di Assonautica Italiana.

La manifestazione pone al centro dell’attenzione il tema dell’economia del mare, risorsa strategica per il Paese, ma si propone anche come occasione per mettere in vetrina novità della produzione nautica e per promuovere iniziative legate alla collaborazione internazionale.

L’organizzazione è nelle mani dell’associazione Imprese Oggi, Consorzio Consormare del Golfo, in collaborazione con la Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico, il COSIND, Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Sud Pontino, e l’ASI, Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale della provincia di Napoli.

Un accordo di cooperazione tra COSIND e ASI ha spinto i presidenti dei due consorzi, Salvatore Forte e Giuseppe Romano, a sbilanciarsi, in perfetta sintonia, sulle potenzialità assicurate dalla “volontà di creare una sinergia interregionale, coniugando le affinità produttive ed economiche, connesse alla necessità di rilanciare un’area fortemente in crisi”. Romano, in particolare, si è soffermato sul comparto nautico e sulla strategicità dell’economia del mare, definendoli “denominatori comuni che caratterizzano il tessuto produttivo delle nostre aree e rappresentano l’opportunità per affermare maggiormente il Made in Italy nel mondo».

Al Med Festival Experience i visitatori saranno accolti in due aree di prestigio quali lo Yacht Expo, con le produzioni dei cantieri più importanti, e lo Yacht Charter Expo, con imbarcazioni a vela e motore, per la presentazione delle relative offerte. Tra le novità annunciate, il DNA 44, un rib di 44 piedi tutto da scoprire.

Internazionalizzazione e Blue economy sono le due parole d’ordine del programma. Nell’occasione verranno consolidate partnership di grande rilevanza con delegazioni estere, governative ed imprenditoriali, provenienti da Brasile, Cina, Iran, Russia, Serbia e Tunisia. Tutto ciò con l’obiettivo dichiarato di “porre il Mediterraneo al centro di una vasta rete di collegamenti internazionali che mira a favorire l’interscambio delle aziende con mercati esteri consolidati e paesi in via di sviluppo interessati ad investire nel Made in Italy”.

Secondo Antonio Di Ciaccio, numero uno di Imprese Oggi, «il turismo nautico può divenire concretamente un fattore di traino, un volano per gli altri settori dell’economia del territorio. La portualità, turistica e commerciale, il diportismo e lo sviluppo degli approdi turistici, la balneazione, gli sport nautici, le attività della pesca e dell’acquacoltura vanno intesi tutti come fattori determinanti per un potenziale sviluppo dell’economia».

Riccardo Monti, presidente di Italferr, ha osservato da parte sua che «la nautica italiana è una straordinaria eccellenza del nostro paese e un volano di fascia alta specialmente nel Sud. L’Italia – ha aggiunto - è leader indiscussa nella produzione nautica e di accessori e l’evento a Gaeta può costituire un acceleratore nel processo di avvicinamento del grande pubblico italiano alla nautica e al mare”.

Durante la manifestazione saranno presentati il nuovo patto di cooperazione con l’Ente del turismo Iraniano per lo sviluppo del turismo e del business Italia-Iran e la collaborazione con la Camera di Commercio della Tunisia. Da sottolineare anche l’accordo con lo Xiamen International Boat Show, l’importante salone dedicato all’industria nautica cinese, e quello con il Municipio di Sestrorezk, appartenente all’unione comunale di San Pietroburgo e con la relativa Camera di Commercio, che parteciperanno al Med Festival Experience con una delegazione di imprenditori russi.

Nell’ottica d’interscambio è ben avviata anche la collaborazione con il Brasile. In proposito, il rappresentante dello Stato di Santa Catarina per i rapporti tra imprese nautiche, Domenico Calabria, ha osservato: “Il ponte della nautica Italia-Brasile è un progetto che ha l’obiettivo di stimolare la creazione di poli di sviluppo nautici nel grande mercato sudamericano e il Med Festival Experience sotto questo profilo è un’occasione per sviluppare future partnership favorendo l’effettiva integrazione tra imprese italiane”. In questa prospettiva, a dicembre si svolgerà a Florianopolis, nello stato brasiliano di Santa Catarina, la terza edizione della fiera del made in Italy nautico.
 
 





 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Martedì 18 Aprile 2017, 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009