Se il parcometro è rotto, ecco come fare per evitare di pagare la multa

ROMA - A chi non è capito di parcheggiare nelle strisce blu e dopo averlo fatto ci si accorge che il parchimetro (o parcometro) più vicino è guasto o non correttamente funzionante. Cosa si può fare a quel punto? Se è vero che il guasto impedisce di fatto di stampare il ticket da esporre sul parabrezza, ciò non non esenta il conducente dal pagamento della sosta. Le molte soluzioni ovvie, (secondo quanto suggerito dal sito StudioCataldi.it) per rispettare la legge sono molteplici. Come ad esempio spostare la vettura in altra zona, munirsi di un tagliando presso la ricevitoria più vicina o, semplicemente, cercare un altro parcometro nelle vicinanze che sia funzionante.

Nonostante ciò, potrebbe non esservi alcuna ricevitoria vicina (o non avere tagliandi a disposizione) e un altro dispositivo potrebbe essere eccessivamente distante: ciò determina un'impossibilità oggettiva di adempiere (forza maggiore).

La legge, però, non dispone alcuna distanza massima tra un parchimetro e l'altro, e neppure stabilisce un raggio minimo di strada che l'automobilista è tenuto a percorrere, a piedi, per controllare che vi siano dispositivi funzionanti. Sostanzialmente, tutte queste evenienze potrebbero non bastare ancora a giustificare la mancata esibizione del ticket scampando la multa.

Si rendono necessari così una serie di accorgimenti per evitare la sanzione o comunque per poterla validamente contestare chiedendone la cancellazione con ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace. In primis, fotografare il dispositivo non funzionante con lo smartphone in presenza di testimoni potrebbe servire a costruire una valida prova dell'inutilizzabilità dello stesso, così come di quelli posizionati nelle vicinanze e trovati guasti a loro volta.

Niente smartphone? Anche le sole testimonianze potrebbero bastare (altri automobilisti, commercianti di zona...) che possano confermare il malfunzionamento del parchimetro. Spesso, tuttavia, sul parchimetro stesso sono indicati gli estremi della società che si occupa della gestione delle aree a pagamento, pertanto sarebbe preferibile effettuare una segnalazione del dispositivo guasto fornendo il seriale dello strumento, la via dove è posizionato, il modello della propria auto e la targa. Avvisare la società, infatti, potrebbe mettere al riparo da eventuali multe.

Se per qualche motivo ancora non dovesse essere possibile tutelarsi segnalando il guasto, un'utile soluzione potrebbe essere quella di telefonare nell'immediatezza ai vigili urbani segnalando l'impossibilità di pagare la sosta. Il Comando di Polizia locale potrà, non solo, raccogliere la dichiarazione riguardante il funzionamento dei parcometri indicati guasti nella zona e nel giorno del parcheggio, ma anche fornire indicazioni su parchimetri funzionanti nelle vicinanze.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Venerdì 2 Settembre 2016, 13:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ancora più 500, ancora più crossover, ancora più tecnologica ecco in sintesi la nuova Fiat 500L
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009