La locandina di una delle tre proposte

Partnership Enel-ALD sulla mobilità green: condivisa o a consumo, l’auto elettrica è più accessibile

  • condividi l'articolo

ROMA - Da gennaio ad aprile 2017 sono state appena 629 le auto elettriche vendute in Italia, pari a una quota dello 0,1% del mercato. Un importante accordo firmato tra Enel e ALD Automotive potrebbe contribuire ad aumentare questi numeri. Il fornitore di energia e l’operatore specilizzato nel noleggio automobilistico hanno infatti siglato una partnership che punta a proporre veicoli a zero emissioni secondo tre formule decisamente più accessibili economicamente rispetto all’acquisto. Per convincere a fare il passo verso la mobilità EV i due player offrono la possibilità di scegliere fra auto green condivisa, a consumo o a noleggio a lungo termine.

I tre pacchetti denominati E-Go sono stati pensati per rispondere alle esigenze di un pubblico vasto, dalle grandi realtà aziendali alle piccole e medie imprese, dai professionisti alle partite iva, fino ai clienti privati, e permettono di superare l’ostacolo all’acquisto costituito dal prezzo più elevato delle elettriche rispetto a modelli analoghi a benzina, a gasolio o a gas. E-Go Noleggio a Lungo Termine ripropone la classica formula di successo del renting di lungo periodo che tanto piace alle aziende, opportunamente adattata e ripensata sui veicoli elettrici. E-Go Car Sharing offre, invece, un servizio di corporate car sharing, cioè di vetture a disposizione dell’azienda per gli spostamenti dei propri dipendenti, basato però eclusivamente su una flotta di auto a zero emissioni. Infine, E-Go Ricaricar abbina la mobilità elettrica alla soluzione «Ricaricar», lanciata con successo da ALD Automotive, che prevede il pagamento da parte del cliente solo dei chilometri effettivamente coperti con la vettura a disposizione (formula pay per use).

Con tutte e tre i pacchetti Enel offre l’installazione compresa nel canone di una «box station» per la ricarica domestica/aziendale di un veicolo o di una «pole station», cioè una colonnina con due attacchi. Al riguardo, Nicola Lanzetta, responsabile mercato Italia di Enel, ha sottolineato: «L’accordo con ALD ci permette di proseguire il percorso arricchendo la gamma di servizi studiati appositamente per rispondere alle esigenze di diverse tipologie di clienti, dai privati alle Pmi, fino ad arrivare alle grandi aziende». Sempre in merito all’accordo, Andrea Badolati, Amministratore Delegato di ALD Automotive Italia ha chiarito: «Affrontiamo questo lancio con grande fiducia, e con la volontà e la capacità di sviluppare questo programma su larga scala. Vogliamo contribuire alla costruzione e diffusione sul territorio di un nuovo modello di mobilità, che favorisca una reale evoluzione del tessuto socio-economico del nostro Paese e un cambiamento in ottica sostenibilità ambientale».
 

 

  • condividi l'articolo
Giovedì 18 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 23-06-2017 11:31 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti