La premium chic: berlina o cabrio si ricomincia dalla DS3

di Giampiero Bottino
VERONA - Anche se l’operazione si concretizzerà pienamente nel 2018, con l’avvio dell’offensiva destinata a raddoppiare la gamma per metterla in condizione di competere a tutto campo sul mercato premium, il cammino della DS verso la completa autonomia dal marchio Citroën ha vissuto un momento decisivo con l’arrivo della nuova DS3. Quello che ha da poco festeggiato la nascita della seconda generazione non è soltanto il modello che ha riesumato la leggendaria sigla, ma rappresenta anche l’espressione più conosciuta del marchio più giovane del panorama automobilistico mondiale. E il fatto che con il cambio generazionale sia sparito ogni riferimento al “Double chevron” ha una valenza simbolica decisamente significativa.
 
 


Orgogliosa della DS stilizzata che sfoggia sulla calandra e al centro del portellone posteriore, la nuova versione della piccola premium francese si presenta con un look che è stato rivisitato con un’attenzione al dettaglio volta a sottolineare il posizionamento “alto” del brand, che trova le espressioni più evidenti nel nuovo disegno del frontale impreziosito dai gruppi ottici Led Vision.

Disponibile sia come berlina chiusa sia nella versione cabrio, con prezzi che partono rispettivamente da 17.150 e 19.900 euro, la nuova DS3 dispone di motori PureTech a benzina 3 cilindri 1.2 da 82, 110 e 130, mentre al top della gamma scalpita il turbo Thp 1.6 da 15 cv, che diventano addirittura 208 nell’inedita e muscolosa versione Performance. Le motorizzazioni turbodiesel sono invece rappresentate dal BlueHdi 1.6 declinato nei livelli di potenza di 75, 100 e 120 cv. A seconda del livello di allestimento (si può scegliere tra Chic, So Chic e Sport Chic, mentre il ricco Black Special è disponibile solo per la Performance) la nuova gamma DS3 dispone di un gran numero di tecnologie evolute, spesso ereditate dai segmenti superiori.

Ci sono il sistema di frenata automatica a bassa velocità (fino a 30 km orari), la telecamera di retromarcia e il sistema di assistenza al parcheggio anteriore e posteriore, mentre il nuovo Touch Pad a colori da 7 pollici di ultima generazione consente di gestire numerose funzioni della vettura, liberando la plancia da una ventina di pulsanti, e di utilizzare Mirror Screen, una soluzione di connettività compatibile sia con Apple Car Play, sia con MirrorLink, e quindi con gli smartphone a standard Android.

 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Martedì 30 Agosto 2016, 13:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Fiat Chrysler archivia un trimestre da record e il titolo vola in borsa riportando in territorio positivo (+0,15%) l’intero indice di Piazza Affari. Le contrattazioni delle azioni del gruppo...
Ford Mustang è la sportiva più venduta al mondo, oltre 150.000 esemplari venduti nel 2016
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
MODERNISSIMA
La linea di produzione della Alfa stelvio nella fabbrica di cassino
CASSINO - Auto premium possono solo nascere in una fabbrica premium. Oppure, dimmi da dove vieni e...
LA RIVOLUZIONE
Le retromarce, l'inversione di marcia, i posteggi e le uscite dalle aree di parcheggio, ma...
L'EVENTO
Una vecchia monoposto di Formula E transita a Roma con sullo sfondo il Colosseo
ROMA - Alla fine l'ok è finalmente arrivato. L’Aula Giulio Cesare dà il suo...
LA PRESENTAZIONE
La locandina della 40^ edizione della Dakar
PARIGI – La Dakar celebra la 40° edizione, la decima in Sudamerica, tornando in...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009