Range Rover Velar, protagonista a Ginevra: stile all'avanguardia e contenuti al top

GINEVRA - Accattivante, elegante, dallo stile originale ma al contempo tipicamente Range Rover, la nuova Velar è una delle grandi protagoniste del Salone di Ginevra. Il Quarto modello della Casa britannica ha tutte le carte in regola per diventare un nuovo fenomeno di moda, sulla scia del successo commerciale della Evoque.
 
 


Per dimensioni e target di clientela il nuovo Suv si posiziona tra la Evoque e la Sport. Forte di una leggera e robusta struttura in alluminio, è la vettura più curata dal punto di vista aerodinamico mai prodotta dalla Land Rover. Per questo tipo di veicoli vanta un Cx di rilievo, solo 0,32. Il merito di un risultato simile va alla collaborazione tra i team Design e Engineering, all'utilizzo per la progettazione della fluidodinamica computazionale e a numerosi test nella galleria del vento. Un valore che, nella guida di tutti i giorni, significa maggior efficienza, minori consumi e un più elevato comfort ad andature elevate.

A livello di stile da sottolineare la disponibilità fra due differenti frontali. I modelli R-Dynamic montano, infatti, un esclusivo paraurti anteriore più alto, con prese d'aria maggiorate che amplificano il raffreddamento e la presenza scenica del veicolo. Su tutta la gamma i fari sono full LED garantiscono personalità anche di notte mentre nella dotazione accessori sono disponibili proiettori ancora più sofisticati, di tipo Matrix LED. Queste sono caratterizzate anche da particolari luci diurne e da indicatori di direzione animati, che scorrono attraverso i fari nella direzione di svolta, migliorando la sicurezza nelle manovre. Anche i fendinebbia sono a LED e con la loro forma sottolineano il binomio design-tecnologia, integrandosi perfettamente nella grafica nera che circonda la base della scocca. Infine sono a LED anche i fanali e i retronebbia.

L'abitacolo della Velar è spazioso e confortevole come si conviene a una Range e come si aspetta la clientela premium. Un fattore che sorprende piacevolmente è la spaziosità del vano bagagli: con 673 litri non solo è al vertice della categoria ma sfida per capienza anche alcuni veicoli del segmento superiore.

Per facilitare il ripiegamento dei sedili posteriori, le relative leve di sgancio sono ubicate nel vano bagagli. La suddivisione 40:20:40 dei sedili comprende anche lo sportello per il trasporto di sci o altri oggetti lunghi; con i sedili posteriori ripiegati il vano di carico raggiunge i 1.731 litri e misura 1.795 x 1.247 mm, una vera piazza d'armi.
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Martedì 7 Marzo 2017, 13:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Buona la prima. La Ferrari c’è. Con una corsa impeccabile la Rossa di Sebastian Vettel domina il Gran Premio d’Australia e torna alla vittoria dopo un anno e mezzo, interrompendo...
Pirelli al salone di Ginevra 2017. Intervista a Matteo Battaini
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
NUOVE REGOLE UE
Due seggiolini con lo schienale
ROMA - “Ad oggi non è prevista alcuna sanzione per chi continuerà a usare i...
SICUREZZA AL VOLANTE
Il manichino big size
ROMA - Anche i crash test dummies, i manichini usati per provare la sicurezza dei veicoli, si...
TEST AUSTRALIA
Maverick Vinales domina anche la terza giornata di test in Australia
PHILLIP ISLAND - Maverick Vinales ha dominato anche il terzo giorno di test della Motogp sul...
IL NUOVO GIOIELLO
La Ferrari SF70H
MARANELLO - Si chiama SF 70 H, dove la h sta per la motorizzazione Hybrid, la Ferrari che...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009