Skoda Octavia, gemma di Boemia: la Freccia Alata continua la scalata verso le posizioni premium

di Nicola Desiderio
PORTO - La Skoda è sempre di più lo scintillante cristallo di Boemia del gruppo Volkswagen: nel 2016 infatti fatto un nuovo record di profitti, con un utile operativo dell’8,7% e vendite salite a 1,13 milioni di unità (+6,8%). Di queste, ben 436mila sono Octavia, che dal 1996 ad oggi ha totalizzato oltre 5 milioni di pezzi e, a 4 anni dalla presentazione della terza generazione, si rinnova con un nuovo frontale e nuovi contenuti che ne innalzano ulteriormente il livello.
 
 


La Octavia ora ha 4 occhi, questa è la prima differenza che si nota, ma diverse sono anche la firma luminosa delle luci posteriori e la forma di paraurti e prese d’aria. Dentro invece cambiano i materiali, l’illuminazione, la strumentazione e la plancia in funzione soprattutto dei nuovi sistemi infotelematici con schermi fino a 9,2 pollici e dotati di funzionalità che mettono la Skoda tra le auto migliori del proprio segmento.

Si possono infatti specchiare tutti i dispositivi possibili e ci sono la chiamata d’emergenza, il controllo in remoto di alcune funzioni e la gestione dell’assistenza e della manutenzione. E poi ci sono il wi-fi, la memoria flash da 64 GB e tutti i sistemi di ricarica possibile: dalla presa accendisigari alle USB anche per i sedili posteriori, da quella a 220 Volt alla piastra ad induzione. E tutto questo mantenendo quelle piccole attenzioni tipiche di Skoda, come il raschietto portaghiaccio dentro lo sportellino per il carburante o la pila a led con base magnetica che si ricarica all’interno del portabagagli. Ed ecco un altro dei punti forti della Octavia: l’abitabilità e la capacità di carico. Nel primo caso, si sta molto comodi in 5, nel secondo si va da 590 a 1.580 litri per la 5 porte, e da 610-1.740 litri per la Wagon la quale, se qualcuno non lo sapesse, è l’auto del suo genere più venduta in Europa.
 


Anche qui le nuove soluzioni come il portellone elettrico e lo sblocco dello schienale con levette si sommano a quelle già esistenti come il tappetino reversibile o il modulo del soffietto copribagaglio riponibile all’interno del bagagliaio stesso senza farlo vagare inutilmente. Anche la sicurezza (già a 5 stelle EuroNCAP) si arricchisce, con la frenata autonoma con funzione pedoni, l’allerta per l’angolo cieco e il traffico trasversale in retromarcia, l’assistenza per le manovre con il rimorchio e il sistema che frena la vettura quando rileva oggetti nella zona posteriore.
L’1.6 litri diesel da 90 cv o 115 cv sarà il preferito, ma è da prendere in seria considerazione il mille 3 cilindri da 115 cv, soprattutto con il DSG a 7 rapporti, davvero piacevole perché esalta l’anima famigliare e intelligente della Octavia, magari poco emozionante, ma dotata di solide ragioni e tanta qualità.

Poi ci sono la G-Tec a Metano 1.4 da 110 cv e il diesel 2 litri da 150 cv anche con la trazione integrale. In attesa della versione Scout e della RS245 (250 km/h e fa lo 0-100 in 6,6 secondi), il listino è già pronto: si parte da 20.100 euro che salgono a 21.150 per la Wagon con 5 allestimenti (Active, Ambition, Design Edition, Executive e Style) più la Business dedicata alle flotte.


 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Domenica 26 Marzo 2017, 16:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009