LC500h, un capolavoro coupé: Lexus stupisce ancora, qualità e comfort senza pari

di Lorenzo Baroni
SIVIGLIA - Lexus marchio premium del gruppo Toyota stupisce ancora volta grazie alla sua ultima creazione, linee affusolate e curatissime, interni artigianali e tecnologie del futuro per la sua nuova LC500h introduce modo diverso di vivere e progettare le auto da gran turismo. Anche per la LC500h la base di partenza resta quella del motore ibrido, fedele e coerente con il resto della gamma Lexus che è già 100% ibrida, un investimento chiaro e concreto quello di tutto il gruppo Toyota che investe in modo costante nell’ibrido da oltre 20 anni, veri pionieri di questa tecnologia oggi raccolgono i frutti di una visione del futuro avuta in anticipo sui tempi. Perché se adesso il tema e i vantaggi dell’ibrido sono largamente sdoganati e se concetti come l’eco sostenibilità vengono posti in cima alle scale dei valori, 10 o 15 anni fa tutto questo era ben meno evidente.
 
 


Ma la LC500h non è solo una bellissima GT di ultima generazione, è bensì un concentrato di idee, proposte e nuove tecnologie che potremmo vedere in futuro su molte altre auto. LC500h rappresenta un modo diverso di approcciare alle sportive stradali, un’auto più flessibile verso le reali necessità del guidatore, in grado anche di interpretare (in modo autonomo) le esigenze di guida e assecondarle riprogrammando alcuni suoi parametri. Tutto questo con un occhio sempre attento al comfort di marcia, alla praticità di guida in città e ad aspetti come i consumi e emissioni inquinati (che passano spesso in secondo piano su auto di questa categoria). I suoi punti chiave si leggono attraverso il nuovissimo cambio Multi Stage Hybrid System dotato di ben 10 rapporti e di una velocità di cambiata impressionante e quasi da record, attraverso i suoi due motori, elettrico e benzina V6 che regalano ben di 354 cavalli di potenza costante.

Il tutto si traduce in un tempo di 4,7 secondi da 0-100km/h una velocità massima di 250 orari con consumi di circa 14km/l e bassissime emissioni di CO2. Insomma seppure il pacchetto tecnologico è di altissimo livello è altrettanto innegabile che il fascino della LC500h derivi principalmente dal suo aspetto estetico. Lunga 4,77 metri, larga 1,92, la LC 500h è basata sulla nuova piattaforma GA-L (Global Architecture – Luxury) realizzata con un mix di materiali pregiati e ad altissima resistenza. LC diventa così una nuova icona sportiva che da luce e vigore all’intero marchio e riprende quel testimone che fu un tempo della indimenticata Toyota Supra, la supercar che fu anche la musa ispiratrice per il personaggio di Saetta McQueen protagonista della cartoon Cars. Il grande lavoro fatto sul design e sulla aerodinamica si nota nella linea del tetto che si assottiglia nella zona centrale dell’abitacolo e poi dalla linea molto bassa del cofano. Sul frontale ritroviamo la griglia a clessidra, icona dello stile Lexus, mentre sul retro c’è un’altra clessidra formata dalle linee che corrono lungo le fiancate fino a raggiungere i gruppi ottici posteriori.
 


Entrando nell’abitacolo, interamente foderato in pelle e alcantara, si percepisce subito la cura maniacale dei dettagli tipica dei giapponesi; tutto è studiato e realizzato in modo sartoriale per coniugare comfort estetica e piacere di guida: dai paddle del cambio realizzati in magnesio fino alla futuristica strumentazione digitale personalizzabile secondo le esigenze di chi guida. Il nuovo cambio Multi Stage Hybrid System ottimizza la potenza del motore termico e di quello elettrico grazie al nuovo dispositivo multifase che sostituisce il precedente cambio e-cvt e fornisce ben 9 velocità più una decima “di riposo”. Il motore benzina è un V6 da 3.500 cc e 299 cv ci potenza, mentre l’elettrico fornisce al massimo ulteriori 132 KW. Esiste poi una versione con solo il motore termico V8 benzina da 5.000 cc e 477 cv più sportiva ma priva del motore elettrico e denominata LC500. L’arrivo dell’auto ibrida in Italia è previsto per settembre 2017 ad un prezzo di circa 100.000 euro.
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Lunedì 2 Gennaio 2017, 13:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Comunque vada sarà un successo. Due vittorie in tre gare e un ottimo secondo posto. Vettel guida dall’inizio il Mondiale Piloti ed ora la Ferrari è in testa anche in quello...
La concept car Renault R.S. 2027 Vision esplora il futuro della Formula 1
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RIVOLUZIONE
Le retromarce, l'inversione di marcia, i posteggi e le uscite dalle aree di parcheggio, ma...
OCCHIO ALLA BICI
Ciclisti in strada
ROMA - Novità sostanziose in vista per gli amanti delle due ruote senza motore e...
AVVIO INASPETTATO
Thierry Neuville (Hyundai) ha vinto il tour de Corse
AJACCIO – Difficile immaginare un avvio più intrigante: con il successo di Thierry...
WTCC
Tiago Monteiro
MARRAKECH – Il fine settimana inaugurale (dopo le prove generali di Monza) del FIA World...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009