La Aston Martin Valkyrie AMR Pro

Aston Martin, è Valkyrie AMR Pro l'hypercar “radicale”. Nata da evoluzione del modello per 24 Ore di Le Mans

  • condividi l'articolo

Una supercar che si spinge oltre i limiti, la nuova Aston Martin Valkyrie AMR PRO. La vettura è quella che nasce da un’evoluzione del modello progettato per vincere la 24 Ore di Le Mans e che oggi si spinge ancora oltre, per esplorare i confini delle prestazioni e senza i vincoli dei regolamenti delle corse, né, tantomeno, quelli dell’immatricolazione per l’uso su strada. Nel 2019, Aston Martin, Adrian Newey, Red Bull Advanced Technologies (RBAT) e il partner di progettazione Multimatic avevano lavorato a un modello da corsa della Aston Martin Valkyrie, con l’obiettivo di salire sul podio della 24 Ore di Le Mans nella nuova categoria Hypercar. Quel modello all’avanguardia ora costituisce la base della nuova e radicale Valkyrie AMR Pro. Sebbene il concept originale fosse più che altro un esercizio che aveva lo scopo di aumentare al massimo le prestazioni a partire dalla piattaforma Valkyrie da strada, la nuova Valkyrie AMR Pro sfrutta il telaio ottimizzato da corsa puro e gli sviluppi in fatto di aerodinamica e motopropulsione introdotti con il progetto di Le Mans.

Frutto della collaborazione ormai di lungo corso con Red Bull Advanced Technologies (RBAT), la Valkyrie AMR Pro si avvale di una versione esclusiva del telaio della Valkyrie che è di 380 mm più lungo a livello di interasse con una carreggiata allargata di 96 mm sul davanti e di 115 mm sul retro. Valkyrie AMR Pro vanta anche un pacchetto aerodinamico più lungo che, grazie alla gestione del flusso d’aria sottoscocca e sopra gli alettoni, genera elevati livelli di deportanza, doppia rispetto alla versione da strada e con un’accelerazione laterale di oltre 3G. Nella ricerca del peso minimo e della massima performance, la Valkyrie AMR Pro si affida esclusivamente a una versione modificata del motore V12 ad aspirazione naturale da 6,5 litri Cosworth. Con una capacità di 11.000 giri/min, con tutte le carte in regola per sviluppare 1.015 CV. Nei prossimi mesi saranno svelati ulteriori dettagli riguardanti le caratteristiche tecniche e le prestazioni della Valkyrie AMR Pro, ma l’obiettivo dichiarato è quello deii 3 minuti e 20 secondi per coprire i circa 13,6 km del circuito di Le Mans. “L’intero programma Aston Martin Valkyrie - ha affermato Tobias Moers, Amministratore Delegato di Aston Martin - è stato un’avventura di progettazione straordinaria.

Rappresenta la massima espressione della passione e delle competenze che caratterizzano Aston Martin e i partner tecnici con cui il marchio collabora più a stretto contatto; la Valkyrie AMR Pro è un progetto che non ha precedenti, una vera versione da pista che rompe tutti gli schemi. Questa hypercar è la prova tangibile dell’impegno di Aston Martin per le prestazioni pure e questa grande vocazione alla performance sarà evidente nel nostro portafoglio futuro”. Tutte le auto saranno dotate di guida a sinistra, con un ciclo di produzione di 40 auto, più due prototipi. L’inizio delle consegne è previsto per l’ultimo trimestre del 2021.

  • condividi l'articolo
Mercoledì 30 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento: 01-07-2021 10:59 | © RIPRODUZIONE RISERVATA