La terza generazione della Volkswagen Touareg

Volkswagen, la terza generazione del Touareg svelata a Pechino: schermo da cinema e un'ibrida plug-in

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

PECHINO - È grande (la lunghezza è di 4.878 mm, 77 in più della precedente), ma non lo dimostra grazie alle linee pulite, alla silhouette filante, al sapiente equilibrio delle proporzioni. Lo sviluppo orizzontale della calandra che arriva a inglobare i gruppi ottici accentua la sensazione di larghezza (peraltro aumentata di 44 mm) a vantaggio della presenza su strada e del dinamismo sottolineato dalla nuova connotazione stilistica.
 

 

Con la terza generazione, la Touareg diventa l’ammiraglia della Volkswagen, e anche questo è un segno dei tempi: la dilagante stirpe delle Suv sembra pronta a sostituire le tradizionali berline anche nei compiti di rappresentanza, contando su un look moderno ed elegante coerente con i contenuti tecnologici che avevamo potuto apprezzare ad Amburgo, nel corso di un’anteprima riservata che ha preceduto di qualche giorno il debutto ufficiale a Pechino. La novità di maggiore impatto visivo è costituita dall’Innovision Cockpit, l’interfaccia che sembra integrare in un unico, grande pannello il display da 12 pollici del quadro strumenti digitale e quello da 15 pollici del sistema di infotainment top di gamma Discover Premium (opzione alternativa al Discover Pro da 9,2 pollici).

La contiguità forma una sorta maxi-schermo al quale sono delegate tutte le funzioni informative, di assistenza alla guida, di regolazione della vettura e di navigazione, mentre la connettività è sempre garantita dalla eSim dedicata attiva in 13 Paesi europei. Nel lungo elenco delle tecnologie di bordo (impossibile illustrarle tutte) spiccano gli innovativi fari IQ. Light a Matrix Led con la regolazione automatica della luminosità di abbaglianti e anabbaglianti, oltre all’evoluto sistema di visione notturna la cui telecamera a infrarossi rileva nell’oscurità persone e animali, illuminandoli con un breve flash per renderli più visibili, dopo averne segnalato al guidatore il livello di potenziale pericolosità con una cornice gialla o rossa dell’immagine monocromatica.

Non mancano né l’assistenza alla guida in colonna né quella agli incroci che controlla il traffico trasversale grazie a due sensori radar integrati nel paraurti anteriore. All’agilità in marcia contribuisce il telaio a quattro ruote sterzanti, anche se per valutare il reale comportamento stradale della nuova Touareg bisognerà attendere la presentazione dinamica, in programma dopo le vacanze estive e preceduta dall’apertura della campagna ordini (tra circa una settimana). Due I motori disponibili al lancio, i 3.0 V6 turbodiesel da 231 e 286 cv, ai quali si aggiungerà successivamente un pari cilindrata a benzina da 340 cv, oltre alla versione ibrida plug-in con un sistema da 367 cv complessivi che sbarcherà in Europa dopo il debutto commerciale in Cina. Il listino sarà definito solo con l’apertura degli ordini, ma il prezzo dovrebbe partire da circa 60.000 euro.
 

  • condividi l'articolo
Venerdì 6 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti