Lo Sportmodular di AGV

AGV, il marchio italiano presenta Sportmodular e Legends al Salone del Motociclo

di Antonino Pane
  • condividi l'articolo
DUERUOTE

MILANO - Sportmodular e Legends. Gli appassionati di caschi AGV devono imparare in fretta questi nomi, sono le novità che AGV presenta all’Eicma 2017, l’appuntamento che segna anche il settantesimo anniversario dalla produzione del primo casco. AGV, dunque, ha scelto proprio per il lancio di due importantissimi progetti: Sportmodular e Legends, appunto.  Il primo unisce le performance di un casco sportivo al comfort di un modulare touring; il secondo, invece, segna la nuova collezione-tributo che reinterpreta in chiave moderna gli iconici modelli indossati da Agostini e Pasolini.

“Il rivoluzionario Sportmodular - spiegano i tecnici AGV - unisce alla praticità di un modulare le caratteristiche migliori di un casco da Moto GP: sicurezza (resistenza all’impatto comparabile al Pista GP R), compattezza e design di ispirazione sportiva ma soprattutto leggerezza (pesa solo 1295 grammi). Unico modulare al mondo ad essere costruito interamente in carbonio, mentoniera compresa. , Sportmodular è stato progettato secondo il protocollo di sviluppo AGV Extreme Standards, superando brillantemente i severissimi test su 18 punti d’impatto, inclusa la visiera panoramica a 190° di visibilità orizzontale”. 

E poi il nuovo casco sintetizza il lavoro di migliaia di ore in galleria del vento. Un lavoro minuzioso che ha permesso di mettere a punto un casco con straordinarie caratteristiche di insonorizzazione, ventilazione e stabilità, perfetto per le esigenze di chi viaggia con moto turistiche sempre più vicine per potenza, prestazioni e stile di guida alle moto sportive.    

«Sicurezza per noi significa prima di tutto grandissima attenzione a come evolvono le esigenze di chi va in moto - sottolinea Cristiano Silei, ceo di Dainese Group - Sportmodular  un casco rivoluzionario, creato per il motociclista moderno che desidera sicurezza, comfort, performance e design sportivo. Tutto in un unico casco. D'altronde abbiamo soltanto una testa».

L’altra novità milanese nasce, invece dalla storia del marchio fondato nel 1947. Il progetto, come dicevamo, interpreta in chiave moderna i caschi indossati dai grandi piloti del passato. L’X3000 di Giacomo Agostini è stato uno dei modelli più vincenti del motomondiale, con il celebre motivo tricolore che ha ispirato lo stesso logo AGV. “L’edizione limitata AGO 1- sottolineano in AGV - ne riproduce fedelmente l’identità, fondendo lo stile grafico, la forma e i colori dell’originale alla qualità, comodità e sicurezza dei caschi AGV di concezione moderna. Un pezzo iconico che replica dettagli come la mentoniera scavata, suggerita da Agostini per potersi meglio appoggiare al serbatoio, e introduce soluzioni costruttive moderne come il dispositivo di ventilazione nascosto all’interno della visiera o gli interni in pelle ricamati e completamente rimovibili”. Comfort e sicurezza, dunque. AGV continua a seguire la strada maestra con i suoi caschi. 

  • condividi l'articolo
Mercoledì 29 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 02:40 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti