La versione Ape City LPG, destinata al trasporto di persone

Ape sbarca in Cambogia. Piaggio punta forte sul mercato del Sudest asiatico

di Antonino Pane
  • condividi l'articolo
DUERUOTE

MILANO - Ape sempre più planetaria. Ogni anno l’icona del trasporto leggero di Piaggio conquista nuovi mercati. Ora tocca alla Cambogia, nuova tappa del piano di rafforzamento ed espansione nei mercati a maggiore sviluppo. 

Piaggio, dunque, avvia in Cambogia la commercializzazione di Ape, forte della consapevolezza che il brand ha rivoluzionato la mobilità leggera commerciale di India ed Europa e che quest’anno celebra i 70 anni dalla sua nascita.

I numeri. Con 10.375 veicoli importati complessivamente nel primo semestre del 2018 rispetto ai 668 veicoli importati nello stesso periodo del 2017, la Cambogia rappresenta uno dei mercati più dinamici e con un alto potenziale di crescita dell’area Asean per il segmento dei veicoli commerciali leggeri. Come non cogliere questa occasione visto che nel settore dei veicoli commerciali il Gruppo Piaggio ha chiuso il 2017 con vendite nel mondo pari a 176.800 unità, per un fatturato netto pari a 391,9 milioni di euro. Nel mercato indiano nel segmento trasporto merci (Cargo) Piaggio è leader con una quota di mercato del 48,8%.

«In Cambogia Ape - sottolineano in Piaggio -  è  lanciata nella versione Ape City LPG, destinata al trasporto di persone, e, grazie a caratteristiche quali facilità di manovra in città, bassi consumi e green fuel, robustezza e sicurezza tipica delle tre ruote, rappresenta una soluzione innovativa per far fronte alle esigenze di mobilità in particolare nella capitale Phnom Penh e nella regione turistica del Siem Reap».

L’utilizzo. Ma Ape non è solo trasporto merci. Nei paesi in via di sviluppo Ape, infatti, è comunemente utilizzata come servizio di taxi nelle aree periferiche delle grandi città, collegandole agli hub del centro metropolitano, rispondendo quindi alle necessità di spostamento non soddisfatte dal trasporto pubblico locale. Ape ha inoltre permesso negli anni lo sviluppo di una micro rete imprenditoriale, basata su negozi ambulanti (principalmente legati allo street food, fenomeno in netta ascesa anche in Europa), o piccoli trasportatori grazie alla versione Ape Cargo. 

  • condividi l'articolo
Mercoledì 22 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:58 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti