​La Bmw R18

​Bmw R18, l'originale cruiser tra storia e futuro. Spinta dal “Big Boxer” da 1800 cc si rifà al design classico dell'Elica Blu

  • condividi l'articolo

ROMA - E' la nuova R18 a portare BMW Motorrad nel mondo delle cruiser, ma con stile di guida "attivo".  Il tanto atteso modello è un riassunto degli ingredienti tanto cari alla casa dell'elica, che si è ispirata alla sua storia ma attualizzandola e pensando la nuova e possente R18 come un concentrato di classicità in chiave contempranea. Classicità nelle linee del design che richiamano la R5 nella sua struttura essenziale. Modernità, invece, con tutta la tecnologia che serve e che però è stata sapientemente nascosta, a cominciare dai cablaggi che sono 'invisibili'.

L'elemento principale della nuova BMW R 18 è il motore boxer bicilindrico di nuova progettazione, già soprannominato Big Boxer per via del suo aspetto imponente. E' il più possente motore boxer bicilindrico mai usato nella produzione di moto e ha una cilindrata di 1802 cc. La potenza massima è di 67 kW (91 CV) a 4750 giri/min. Il dato più rilevante è però che da 2000 a 4000 giri/min sono sempre disponibili più di 150 Nm di coppia, per una potenza di spinta che si fonde con un suono pieno e vibrante che abbiamo provato sulle strade delle colline piemontesi. Il telaio della R18 è in acciaio con struttura a doppia culla e forcellone posteriore con asse di trasmissione passante che produce l'effetto di un telaio rigido della vecchia tradizione BMW Motorrad.

Una meticolosa attenzione ai dettagli si rivela anche nel design, a cominciare dal forcellone posteriore che come la leggendaria BMW R 5 circonda l'asse di trasmissione posteriore tramite giunti bullonati. Gli elementi delle sospensioni della nuova BMW R 18 sono volutamente privi di opzioni di regolazione elettronica. Al contrario, una forcella telescopica e un sistema di sospensione centrale montato direttamente con ammortizzazione progressiva della molla regolabile, permettono un controllo superiore delle ruote e un piacevole comfort, soprattutto sui percorsi misti dove la cruiser di BMW si è rivelata morbida da guidare e maneggevole, nonostante i suoi oltre 300 kg di peso. In linea con la filosofia di BMW Motorrad, la nuova R 18 è caratterizzata da un posizionamento delle pedane poggiapiedi in posizione centrale.

La posizione classica dietro i cilindri si traduce in uno stile di guida 'ibrido', ovvero da cruiser e più rilassato, ma anche 'attivo' per affrontare anche i percorsi misti con una piena sensazione di controllo della moto, ben bilanciata e che non fa pesare le pesi e misure che ad un primo contatto potrebbero scoraggiare ad una guida dinamica. Tre modalità di guida, ovvero Rain, Roll e Rock per adattarsi alle preferenze del singolo guidatore. L'allestimento standard include inoltre l'ASC (Automatic Stability Control, escludibile). Tra gli optional, la retromarcia assistita, molto utile per le manovre, oltre al sistema Hill Start Control che facilita le partenze in salita.

La nuova R 18 sarà presentata al lancio in tutto il mondo nella versione First Edition, mentre il modello standard sarà riservato per alcuni mercati. La First Edition ha caratteristiche di equipaggiamento esclusive, presentando la classica finitura nera con verniciatura con filetti bianchi. Tra gli altri elementi di spicco, le numerose superfici cromate, il logo sulla sella e la targhetta cromata con scritta "First Edition" sulle coperture laterali. La R 18 è stata poi pensata, già in fase di produzione, per una facile conversione in stile custom. È quindi dotata di un telaio posteriore facilmente rimovibile e di un set di componenti verniciati che si possono smontare. Facile anche l'installazione di manubri più alti o più bassi, oltre che dei relativi collegamenti idraulici e cavi.

Inoltre, i coperchi delle valvole visibili (coperchi della testata cilindri) e il coperchio della cinghia (coperchio carter motore) sono progettati in modo tale da essere collocati all'esterno della camera d'olio, rendendone molto semplice la sostituzione. Parti personalizzate e numerosi accessori sono previsti in arrivo per i primi mesi del 2021.

  • condividi l'articolo
Giovedì 8 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento: 10-10-2020 13:06 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti