Triumph Daytona Moto2 765 Limited Edition

Triumph Daytona Moto2 765 Limited Edition, dalla pista alla strada

di Francesco Irace
  • condividi l'articolo
DUERUOTE

ROMA - Progettata in collaborazione con Dorna dallo stesso team di ingegneri che ha sviluppato il motore Moto2, la nuova Triumph Daytona Moto2 765 Limited Edition è la moto più vicina per sensazioni e prestazioni ad una factory Moto2 pronta per la strada. Sarà prodotta in serie limitata e numerata, con soli 765 pezzi per USA e Canada e altri 765 per Europa, Asia e resto del mondo. 

Il suo cuore pulsante è il nuovo tre cilindri derivato dalla Moto2 da 130 CV a 12.250 giri/min e 80 Nm a 9.750 giri/min, con una serie di componenti e migliorie derivati direttamente dal programma di sviluppo del motore Moto2, tra cui valvole di aspirazione in titanio, pistoni rinforzati, spinotti con trattamento DLC secondo le specifiche MotoGP, nuovi profili delle camme, nuovi coni d’aspirazione, bielle modificate, prese d’aria, albero motore e cilindro e un rapporto di compressione più alto. Il motore ha anche un regime di rotazione più alto rispetto al motore Street Triple RS di 600 giri / min, con una linea rossa ora a 13.250 giri/min. 

Le specifiche tecniche sono da Superbike. Come i freni Brembo Stylema, le sospensioni Öhlins anteriori e posteriori collaudate da specifiche elevate (forcella NIX30 da 43 mm e ammortizzatori posteriori TTX36) completamente regolabili per estensione, compressione e precarico, e il nuovo telaio. C'è anche un nuovo sistema di scarico con un terminale da corsa Arrow in titanio ad alte prestazioni ispirato al mondo racing saldato a TIG. Rispetto alla versione precedente, la nuova Daytona è anche più leggera, grazie all'utilizzo dell’alluminio su alcuni elementi come il telaio, il telaietto posteriore, la struttura di supporto alla strumentazione e il forcellone, oltre che alla carena completamente in fibra di carbonio e alle ruote in lega di alluminio più leggere.

Sono cinque le modalità di guida: Rain, Road, Rider-personalizzabile, Sport e Track, abilitate tramite ride-by-wire, che regolano la risposta dell'acceleratore, le impostazioni di ABS e traction control per adattarsi allo stile di guida e alle condizioni stradali. Tra le altre specifiche spicca il Triumph Shift Assist di serie: il cambio elettronico che permette di non usare la frizione, sia in inserimento sia in scalata. Infine, ogni moto è dotata di una piastra di sterzo in alluminio con marchio Moto2, ricavata dal pieno, che mostra il numero in edizione limitata con incisione laser.

  • condividi l'articolo
Venerdì 30 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento: 18:47 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti