la Porsche 99X Electric

Porsche, un milione di spettatori (sul web) per la 99X Electric

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

LUDWIGSBURG - Anche Porsche è finita su Amazon. O, meglio su una piattaforma controllata dalla società di Jeff Bezos, l'uomo accreditato del più grande patrimonio al mondo, almeno fino al momento della separazione dalla moglie. Perché è su Twitch che la casa di Zuffenhausen ha deciso di presentare la Porsche 99X Electric, cioè la monoposto a zero emissioni con la quale in novembre debutterà nella Formula E. Come le altre vetture del circuito, è lunga 5,16 metri, larga 1,77 e alta poco più di un metro. Pesa poco più di 900 chilogrammi (pilota incluso) ed ha uno spunto da 0 a 100 km/h di 2,8 secondi. La tecnologia per la ricarica è a 800 Volt, la stessa impiegata sulla nuova Taycan. I freni sono italiani (Brembo), la gomme francesi (Michelin).

Con Neel Jani e Andrè Lotterer al volante dei due bolidi elettrici, il costruttore premium affronta un nuovo e ambizioso progetto per accompagnare non solo l'avvio della commercializzazione della Taycan, ma anche la progressiva elettrificazione della gamma. La presentazione in rete, ha reso noto Porsche, ha generato 13 milioni di contatti. Gli spettatori che hanno seguito la presentazione in diretta sono stati attorno al milione.

Guidati dagli internauti appassionati di motorsport richiamati dal videogioco in diretta “Formula E Unlocked”, i due piloti della scuderia Tag Heuer Porsche hanno dovuto cercare la 99X all'interno del quartiere generale della Porsche Digital prima di poterla ufficialmente svelare al pubblico della rete. La competizione virtuale è durata attorno alle 4 ore, assai più che un ePrix.


«È stata una presentazione emozionante ed allo stesso molto diversa», ha sintetizzato Oliver Hoffmann, numero uno del Marketing e della Comunicazione della Porsche Ag. Il costruttore ha optato per un “vernissage” assolutamente inedito, lontano dagli schemi tradizionale. «Nella Formula parliamo ad un gruppo di riferimento che è giovane e digitale – ha proseguito il manager – Per questo abbiamo consapevolmente deciso di percorrere una strada diversa». Se la presentazione è stata un successo (lo dicono le cifre), adesso il costruttore ed i suoi piloti sono chiamati a confermare nei circuiti cittadini di tre continenti le alte aspettative che il fascino del marchio e la presentazione hanno suscitato.

 

  • condividi l'articolo
Martedì 10 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento: 19-09-2019 18:30 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti