La Jaguar I-Pace in versione eTrophy con cui si correrà il campionato a batterie a lei dedicato

Jaguar ha definito il calendario dell'I-Pace eTrophy. Il monomarca a batterie scatterà a dicembre in Arabia Saudita

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

ZURIGO – Jaguar ha definito il calendario dell'I-Pace eTrophy, il circuito monomarca e monomodello che accompagna la sempre più effervescente Formula E. Il costruttore britannico controllato dagli indiani di Tata ha ufficializzato i 10 eventi abbinati alla quinta stagione del mondiale riservato alle monoposto a zero emissioni. Il programma dovrà venire approvato dalla Fia.

Con questa competizione Jaguar intende sostenere il lancio del proprio primo modello elettrico, il Suv I-Pace già utilizzato come taxi a Monaco di Baviera e come navetta all'aeroporto londinese di Heathrow. L'esordio avverrà in occasione della prima gara del campionato 2018/2019, in dicembre a Riad, in Arabia Saudita. Rispetto alle 13 tappe della Formula E, Jaguar ha deciso di saltare gli ePrix del Marocco, della Svizzera (dove non è ancora stato identificato il nuovo circuito cittadino) e  quello che ancora manca nel calendario, cioè il terzo.

Quello che scatta il 15 dicembre a Riad sarà il primo campionato elettrico riservato a modelli elettrici di serie. Le Jaguar I-Pace che animeranno l'eTrophy saranno comunque delle vetture modificate, anche per rispettare i parametri di sicurezza imposti dalla Federazione Internazionale dell'Automobile. Le auto verranno preparate dalla divisione Special Operations della Jlr.

Il programma, che per i partecipanti può anche essere “tutto incluso”, prevede prove libere, qualifiche ed una gara a zero emissioni di 30 minuti prima di quella delle monoposto Gen 2 della Formula E. Il circuito sarà lo stesso. «Porteremo un nuovo tipo di competizioni automobilistiche al pubblico e ispireremo la prossima generazione di possessori di veicoli elettrici», ha osservato Marion Barnaby, il responsabile dello Jaguar I-Pace eTrophy. Ecco gli appuntamenti: 15 dicembre Riad (Arabia Saudita), 16 febbraio Città del Messico (Messico), 10 marzo Hong Kong, 23 marzo Sanya (Cina), 13 aprile Roma, 27 aprile Parigi (Francia), 11 maggio Montecarlo (Principato di Monaco), 25 maggio Berlino (Germania) e 13 e 14 luglio New York (Stati Uniti).

  • condividi l'articolo
Martedì 4 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2018 04:08 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti