Antonio Tadiello nella categoria Endurance

Moto d’acqua, Idroscalo di Milano spettacolare palcoscenico del weekend

di Antonino Pane
  • condividi l'articolo
MOTORSPORT

MILANO - Idroscalo palcoscenico ideale per le moto d’acqua. Lo sa bene Federazione Italiana Motonautica che proprio all’idroscalo ha organizzato, una tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua 2019. Le gare sono in programma il prossimo fine settimana con il “3°Gran Premio Città di Milano Trofeo Cesare Vismara”. L’appuntamento è in programma da venerdì 19 luglio a domenica 21 luglio dalle ore 10 alle ore 18 a Milano, Parco Idroscalo.

Si correrà anche la II Tappa Campionato Italiano Femminile, alla sua seconda edizione, con le Moto Sea Doo Spark, più piccole, più leggere, potenza massima 60 cavalli e che raggiungono le 40 miglia di velocità. A differenza della scorsa edizione, questa specialità si sta svolgendo su più tappe a seconda degli accordi tra la Commissione sportiva FIM e i COL.

Sono 13 le categorie che formano il Campionato 2019 di questa disciplina, saranno chiamati a misurarsi nelle due manche previste, la prima al sabato e la seconda alla domenica.

I tipi di moto d’acqua che partecipano nelle diverse categorie sono due: SKI e RUNABOUT, ognuna delle quali si divide in classi e discipline diverse a seconda delle modifiche apportate alla moto ed al motore.

 Questo il dettaglio: SKI CIRCUITO – Moto d’acqua che si guidano in piedi; sono sicuramente le più tecniche da guidare, occorre un eccellente allenamento fisico e tanto equilibrio per essere un talento. Velocità oltre 100 km/h. Classi: F3, F2, F1, F1 Veteran.

RUNABOUT CIRCUITO – Moto d’acqua decisamente più grandi e potenti che si guidano da seduti. Sono le più diffuse in quanto utilizzabili anche da due persone, ovviamente solo nell’uso diportistico.

Velocità oltre 130 km/h. Classi: F4, F2, F1, F1 Veteran - SPARK - femminile.

FREE STYLE – Il vero spettacolo del settore, evoluzioni sempre più incredibili da parte dei piloti più esuberanti di tutto il Campionato; la loro esibizione raccoglie migliaia di persone sia dal vivo sia sui social.

ENDURANCE – Questa è la più dura delle discipline, i piloti si sfidano con moto d’acqua da 130 km/h in circuito basato esclusivamente sulla velocità e sulla durata; partecipano a questa categoria i piloti più allenati e pronti a resistere contro ogni avversità. Classe unica unica F1, F2, F4.

Una delle peculiarità del Campionato Italiano Moto d’Acqua anche di quest’anno, è la sempre maggiore attenzione alla qualità: anche la tappa di Milano sarà un evento spettacolare in un contesto di assoluto pregio ed al cospetto di tanti spettatori, in una location di primaria importanza.

Idroscalo si conferma campo ideale di allenamenti e competizioni, un patrimonio unico nel suo genere – un parco di 1.600.000 mq di cui 800.000 d'acqua - dove si praticano tutto l’anno oltre 22 discipline sportive e si ospitano grandi eventi mondiali. Tutto nel pieno rispetto della dimensione ambientale.

Da sottolineare che per quanto riguarda l’impatto sull’ambiente delle moto d’acqua: i motori di questi mezzi non scaricano i fumi in acqua come le barche; i motori sono di nuova generazione 4 tempi, perciò progettati per un basso impatto ambientale.  Anche in questa tappa, si potranno cimentare in pista le giovani leve del Campionato Italiano giovanile che nel 2018 hanno potuto usufruire delle 10 Seadoo Spark di proprietà della Federazione Italiana Motonautica e date in utilizzo alle Società che ne hanno fatto richiesta. La necessità di far crescere nuovi atleti (non solo di Moto d’Acqua ma anche delle altre discipline) è da sempre uno degli obiettivi più importanti che il Consiglio Federale della Fim si è dato fin dal suo insediamento nel 2016.

  • condividi l'articolo
Venerdì 19 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 13:37 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti