La Citroen C3 Di Crugnola-Ometto

Al Rally due Valli la sfida finale: Crugnola vs De Tommaso si giocano il titolo l'ultimo atto all’arena di Verona

di Franco Carmignani
  • condividi l'articolo

Ci siamo! Il campionato Italiano Rally Sparco gioca il suo ultimo atto all’arena di Verona : A dispetto del coefficiente 1,5, sono solo due i piloti che possono giocarsi il titolo. Andrea Crugnola, tornato al volante della Citroen dell’FPF della famiglia Fabbri, e Damiano De Tommaso con la Skoda Fabia. Tra i due varesini portacolori di ACI Team Italia la bilancia pende pesantemente a favore del primo, leader di campionato insieme a Pietro Elia Ometto sulla Citroen C3 Rally2. Crugnola infatti potrebbe laurearsi Campione d’Italia per la seconda volta già con un primo o secondo miglior tempo nella Power Stage, oppure piazzandosi al quarto posto finale per la gara dell’Assoluto. A De Tommaso, già Campione Italiano Promozione, affiancato ancora da Massimo Bizzocchi sulla Skoda Fabia Rally2, non resta altra chance che vincere tutto, sia la Power Stage che la gara del CIAR Sparco e sperare che il rivale almeno non parta forte. Se verrà fuori una gara tattica, allora potrebbe esserci spazio per il successo di gara per gli altri protagonisti di del campionato.

Tra più attesi ci saranno i bresciani Stefano Albertini e Danilo Fappani, secondi classificati nel precedente round in casa al Rally 1000 Miglia con la loro Skoda. Nello scontro di fine agosto erano saliti sul podio anche Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, a bordo della Hyundai i20 Rally2, vincitori della scorsa edizione del Due Valli ed ora a caccia del possibile bis, quindi della loro prima vittoria stagionale. L’ultimo appuntamento scaligero aveva portato fortuna anche a Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella, che conquistarono il loro miglior risultato in carriera con il primo podio assoluto nel tricolore e vorranno provare a ripetersi, sempre su Skoda. L’evento organizzato da AC Verona festeggerà così 50 anni di storia dalla sua prima edizione nel 1972. Per l’occasione potrà vantare al via una flotta imponente composta da 187 concorrenti tra i migliori piloti, navigatori e vetture su asfalto di tutto il Paese, chiamati al confronto su 11 prove speciali per 121,12 chilometri cronometrati, immerse in un percorso di 424,65 chilometri complessivi.

La manifestazione avrà come palcoscenico Piazza Brà, nel cuore di Verona, scelta come scenario sia per l’avvio del Rally Due Valli, previsto venerdì dalle ore 14:06, che per la cerimonia di premiazione finale in programma dalle ore 20:30 del sabato. In mezzo tutta la competizione sportiva, che verrà preparata nello shakedown del venerdì mattina dalle 8:00 a Grezzana in località Busoni, prima della SPS1 “Mezzane di Sotto” fissata alle 15:00. Già questa Power Stage iniziale si preannuncia come uno show imperdibile, anche televisivo grazie alle dirette su RAI Sport (ch.57 DT) e ACI Sport TV (ch. 228 Sky, acisport.it, Facebook @ACISportTV @CIRally @CIRAsfalto), che terrà tutti con il fiato sospeso poiché potrebbe assegnare subito il titolo di Campioni d’Italia. Dopo di questa si svolgeranno altre due prove speciali sempre al venerdì sera, con i due passaggi sul tratto “San Francesco” (12,80 km) previsti alle 18:31 e nell’affascinante versione notturna alle 21:57.

Sabato il resto della corsa scandita dai due giri sui quattro diversi tratti ad iniziare con la “Moruri” (14,15 km – PS4 ore 9:48, PS8 16:23), per poi passare sulla “Marcemigo” (11,19 km – PS5 10:32, PS9 17:07), la più lunga “Vestenavecchia” (14,46 km – PS6 11:43, PS10 18:18) e la breve conclusiva “Cà del Diaolo” (6,89 km – PS7 12:16, PS11 18:51). L’assistenza sarà posizionata come sempre all’ombra dello Stadio Bentegodi e anche il quartier generale verrà ospitato nuovamente al Payanini Center, con al suo interno la direzione gara e la sala stampa. vittoria stagionale che gli offrirebbe la leadership assoluta. Il cesenate attualmente terzo nel tricolore sarà affiancato per la prima volta in campionato da Tania Canton, partner invece nel programma dell’Europeo Rally, e arriva in piena fiducia per sfruttare l’assenza giustificata dei due che lo precedono, Marco Signor e Corrado Fontana, rimasti ai box in attesa di spendere la loro sesta presenza a Como. Ha una grande opportunità di rimanere attaccato alla volata tricolore Corrado Pinzano, che tornerà in azione con Marco Zegna dopo un turno di riposo. L’ultima apparizione del biellese sulla Volkswagen Polo infatti era stata nella gara di casa al Rally Lana, conclusa con la sua prima vittoria tricolore in carriera. Intravede ancora uno spiraglio per inserirsi nella corsa al titolo anche Giuseppe Testa, insieme ad Emanuele Inglesi su Skoda, dopo il podio conquistato al San Martino di Castrozza. Il molisano farà il suo ritorno al Due Valli a sei anni di distanza dall’ultima apparizione, quando nel 2016 festeggio la vittoria nel CIR Junior.

È reduce invece da una sfortunata trasferta trentina Andrea Carella, affiancato da Manuel Fenoli sempre su Fabia Rally2, e proverà a cancellare rapidamente l’uscita di strada che gli ha precluso ogni chance di competere fino in fondo per il titolo. Ha invece stupito la prestazione di Francesco Aragno e Andrea Segir nella Valle del Primiero, conclusa ai piedi del podio solo per questione di episodi. Il savonese dovrà quindi confermare il livello raggiunto nella categoria a quattro ruote motrici con la sua Skoda. Completa la formazione dell’Asfalto il duo ceccanese formato da Stefano Liburdi e Mattia Cipriani sulla Hyundai i20 Rally2. Tra una tappa e l’altra del Mondiale Rally farà di nuovo base in Italia Nikolay Gryazin. Il pilota del WRC2 sarà di nuovo allo start in una gara tricolore insieme a Konstantin Aleksandrov sulla Skoda. Sarà trasparente per le classifiche dei campionati, ma proverà di certo a far sua anche la quinta vittoria in stagione sulle strade italiane.

  • condividi l'articolo
Venerdì 7 Ottobre 2022 - Ultimo aggiornamento: 09-10-2022 06:53 | © RIPRODUZIONE RISERVATA