Kalle Rovanperä (Toyota Yaris)

Tänak (Hyundai) buca tre volte, Rovanperä (Toyota) in testa al Rally Estonia, ma Breen è soli 8 secondi e mezzo

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

TARTU – Bucando tre volte in due stage è difficile anche solo piazzarsi bene in una gara del campionato mondiale di Rally. In quello di Estonia, settima tappa del Wrc 2021, è capitato a Ott Tänak (Hyundai i20 coupé), il campione di casa e vincitore delle ultime tre edizioni. L'ex campione del mondo è uscito sostanzialmente di scena ancora prima della fine della prima giornata.

Al comando della gara si è insediato Kalle Rovanperä (Toyota Yaris), che ancora insegue il suo primo successo iridato. Il giovane finnico è stato il più veloce in 7 dei 9 stage corsi finora, ma il vantaggio di cui dispone sul più diretto inseguitore, il rientrante Craig Breen (Hyundai i20 coupè), è ancora quasi trascurabile, appena otto secondi e mezzo. I due battistrada hanno però un margine decisamente più rassicurante su Thierry Neuville (Hyundai) e Sébastien Ogier (Toyota). Il belga viaggia a 53,4'' dalla vetta e il francese a poco più di 6'' da Neuville. Ogier si è permesso di filosofeggiare: «Il segreto è guidare bene e avere una macchina», ha ricordato. A uno che ha vinto (finora) sette titoli mondiali di rally si possono concedere anche riflessioni come queste.

Il quinto della generale provvisoria è Elfyn Evans (Toyota), che accusa un ritardo di 1:15.1: alle sue spalle c'è già il “vuoto”. Perché il sesto, che è un altro rientrante, Teemu Suninen (Ford Fiesta), è a praticamente due minuti. Certo, la prova estone ha già riservato molte sorprese fra problemi tecnici, incidenti e forature e, al solito, non è affatto escluso che ce ne siano altre. Per la prima volta dall'inizio del mondiale non arriverà in fondo il regolarissimo giapponese Katsuta Takamoto (Toyota): il pilota asiatico si è ritirato dopo la quinta cronometrata per via di un problema alla schiena rimediato dal navigatore, il britannico Daniel Barritt.

Sabato è la giornata più impegnativa con 9 cronometrate e oltre 132 chilometri da percorre. Le sfide saranno praticamente degli “scontri diretti”: Rovanperä e Breen per il successo e Neuville, Ogier e Evans per il podio. Ma tutto il resto non è affatto noia, anche perché i piloti del Wrc2 sono in lotta per un posto al sole nella Top 10. E per muovere la classifica Tänak dovrà puntare ancora una volta sul Power Stage.

  • condividi l'articolo
Sabato 17 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento: 18-07-2021 09:36 | © RIPRODUZIONE RISERVATA