Tanak festeggia sul podio la vittoria insieme  al compagno di squadra Craig Breen

Tänak profeta in patria nel Rally di Estonia. Doppietta Hyundai nella ripartenza del WRC

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

TARTU – Il mondiale di Rally (Wrc) è ripartito dall'Estonia dove Ott Tänak si è dimostrato “profeta in casa”. Il pilota della Hyundai ha guidato la sua i20 Coupé al successo, il tredicesimo in carriera, il primo con la nuova scuderia che lo ha ingaggiato alla fine dello scorso anno. Tänak si è issato al comando della gara con il terzo stage approfittando della foratura di Kalle Rovanperä (Toyota Yaris) ed ha poi amministrato il vantaggio fino all'arrivo.

Dove ha preceduto il compagno di squadra Craig Breen, che fatta eccezione per la prova inaugurale, ha sempre occupato la seconda posizione. La doppietta estone rilancia le ambizioni del team coreano guidato dall'italiano Andrea Adamo. Niente da fare per il belga Sébastien Neuville partito non troppo bene e successivamente scivolato nella classifica generale dopo aver perso una ruota fino al ritiro nel power stage.

Il fuoriclasse Sébastien Ogier (Toyota Yaris) è riuscito a salvare la leadership del mondiale grazie al terzo posto, conquistato a meno di cinque secondi da Breen. Il francese ha aperto la “parata” delle tre compatte giapponesi del Wrc1 arrivate al traguardo. Alle sue spalle si sono inseriti Elfyn Evans (quarto) e lo stesso Rovanperä (quinto). Il giapponese Takamoto Kastuta non è invece riuscito a portare a termine i 17 stage (233 chilometri contro il tempo su un totale di quasi 870 di percorrenza).

Nella Top 10 sono entrate anche le tre Ford Fiesta della squadra M-Sport di Teemu Suninen (Ford Fiesta), Esapekki Lappi e Gus Greensmith, rispettivamente sesta, settima e ottava. Il primo del Wrc2, nono, è stato così lo svedese Oliver Solberg con la VW Polo Gti R5. Nella classifica iridata Ogier è primo con 79 punti ed è seguito da Evans con 70 e Tänak con 66. Il giovanissimo Rovanperä (55) precede Neuville rimasto fermo a 42. Nella corsa per il titolo a squadre, la Hyundai ha avvicinato la Toyota portandosi a sole 5 lunghezze: 132 contro 137. La M-Sport è a quota 83. La prossima tappa del pesantemente rimaneggiato calendario (appena 7 gare) è in programma fra il 18 ed il 20 settembre in Turchia. In Sardegna si correrà il Rally d'Italia fra l'8 e l'11 ottobre. La stagione si chiuderà sull'asfalto in Belgio nel penultimo fine settimana di novembre.

  • condividi l'articolo
Lunedì 7 Settembre 2020 - Ultimo aggiornamento: 09-09-2020 09:22 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti