Il Custom Line 120 di Ferretti

Ferretti Group prepara una sfilata di stelle: 5 première al Cannes Yachting Festival 2018

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

ROMA - Il Cannes Yachting Festival 2018 sarà, come ormai tradizione, il palcoscenico privilegiato del miglior made in Italy nautico. Numerose le novità annunciate dai nostri cantieri, per i quali è cominciata un’estate rovente, caratterizzata da una serie di vari e di anteprime privilegiate, in preparazione della passerella in programma dall’11 al 16 settembre in Costa Azzurra. Tra i produttori di yacht di lusso spicca la posizione di Ferretti Group (Ferretti Yachts, Riva, Pershing, Itama, Mochi Craft, CRN, Custom Line) che al Salone francese si presenterà con una flotta imponente di 25 imbarcazioni, tra le quali cinque première mondiali: due Custom Line, due Riva e un Ferretti. Una presenza imponente, che conferma il periodo di vitalità e grande dinamismo del gruppo italiano controllato dalla cinese Weichai, con un valore consolidato della produzione in crescita del 10,8%.

La première di Ferretti Yachts riguarda il nuovo FY 670, flybridge che mira ad esaltare spazi e vivibilità, innalzando ulteriormente i livelli di eleganza, comfort e prestazioni da sempre nel Dna del marchio fondato 50 anni fa da Norberto Ferretti (le celebrazione per l’anniversario si sono appena svolte a Venezia). Frutto della collaborazione fra Comitato strategico di prodotto, direzione engineering di Ferretti Group e l’architetto Filippo Salvetti, il nuovo yacht misura 20,24 metri e si distingue per le linee filanti e le forme nette degli ultimi modelli, ma anche per soluzioni tipiche di una imbarcazione di maggiori dimensioni. A Cannes i visitatori scopriranno, tra l’altro, un flybridge con superficie di 25 metri quadri e una prua con zona living convertibile in un’ampia area relax. Sottocoperta la suite armatoriale, situata a centro barca, comprende un grande studio che funge da anticamera. Sembra chiaro il profilo di una imbarcazione di gran pregio.

Le due novità Custom Line sono il CL 120 e Navetta 42. Il primo è uno yacht planante di 37 metri, progettato con la collaborazione di Francesco Paszkowski Design, per la prima volta utilizzato da Ferrettri Group. La particolarità tutta da scoprire sta nella capacità di rielaborare e combinare stilemi ed elementi del design automobilistico e dell’architettura residenziale, aggiungendovi un’accurata ricerca volta a esaltare forme e volumi attraverso scelte d’allestimento in linea con le tendenze più evolute del living contemporaneo.

Secondo le anticipazioni del cantiere merita attenzione, in particolare, l’innovativa porta vetrata di accesso al salone che, oltre alla consueta apertura scorrevole delle due vetrate, prevede un meccanismo basculante con una inclinazione di 45°. “Grazie a questa meraviglia ingegneristica, sviluppata in collaborazione con un’azienda aeronautica, si può godere di un unico ambiente vivibile tra pozzetto e salone” fanno sapere da Ancona, dove la barca è in fase di messa a punto finale. La grande generosità degli spazi, del resto, è una costante di tutte le aree, come confermano i due garage rispettivamente a poppa e prora, pensati per toys e tender. Inoltre, Custom Line 120’ è la prima barca che consente di collegare direttamente il flybridge alla zona di prua tramite corridoi laterali con accesso anche da controplancia, creando un unico ampio ponte di 100 metri quadri.

Navetta 42 è invece la nuova ammiraglia della linea semidislocante. Progettata in collaborazione con Zuccon, con i suoi 42 metri è la più grande navetta mai costruita da Custom Line e la prima nella storia del marchio a superare le 300 GT. Grande, bella, comoda, spaziosa, la nuova navetta propone una disposizione dei generosi volumi interni totalmente personalizzabili. Ne risultano una migliore organizzazione dei flussi a bordo, privacy totale per l’armatore e i suoi ospiti e ampia libertà di movimento per il comandante e l’equipaggio. Una vasta suite sul ponte principale è a disposizione dell’armatore, mentre il layout del ponte inferiore prevede un allestimento con cabine Vip per gli ospiti. Interamente dedicata allo svago è la zona di poppa, pensata come un grande beach club a livello del mare, la cui funzione ludica è esaltata dal nuovo sistema di varo e alaggio di tender e water toys dal garage che si apre lateralmente sul mare.

Il 110 Dolcevita è la novità più importante annunciata da Riva, marchio di lusso del gruppo Ferretti, che in verità ha già concesso un’anteprima esclusiva al pubblico convenuto a Montecarlo nel weekend del 12-13 maggio per il Grand Prix Historique di Formula 1, un evento di straordinario prestigio che ha visto in prima fila il gotha dell’heritage automobilistico. La presentazione ufficiale avverrà invece a Cannes, dove tutti potranno scoprire la nuova ammiraglia della flotta in vetroresina, seconda unità dopo il Riva 100, della rinnovata gamma flybridge, che con i suoi 34 metri di lunghezza e un baglio superiore ai 7 metri, si propone con un linea di straordinaria bellezza.

Caratterizzato da un profilo supersportivo e da un design impreziosito da vetrate sagomate e inserti cromati, il Riva 110’ Dolcevita nasce dalla collaborazione tra Officina Italiana Design (lo studio fondato da Mauro Micheli e Sergio Beretta), Comitato strategico di prodotto e dipartimento engineering di Ferretti Group. Paragonabile a un lussuoso loft, aperto da ogni lato sul mare e molto luminoso, lo yacht offre al suo interno 270° di visibilità assoluta e permette al salone di raggiungere un’altezza di 2,30 metri. Oltre all’innovativa struttura “spider frame”, una delle principali particolarità risiede nella totale vivibilità degli spazi: le aree esterne di flybridge e prua sono infatti collegate tra loro e creano così un “infinity deck” di circa 34 metri quadri di aree conviviali da estrema poppa a estrema prua, in un’unica soluzione di continuità.

Il Riva 66 Ribelle è infine uno yacht con cui il cantiere intende unire tradizione e innovazione per uscire dagli schemi abituali. Costruito a Sarnico, è frutto della collaborazione tra Officina Italiana Design, il Comitato strategico di prodotto e la direzione engineering di Ferretti Group. Le linee esterne riprendono ed evolvono quelle degli ultimi modelli della gamma del brand, attraverso l’introduzione di nuovi elementi sia estetici che funzionali.

 

  • condividi l'articolo
Domenica 8 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09-07-2018 18:04 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti