La navetta Custom Line 42

Ferretti Group: varata la prima navetta Custom Line 42, nuova ammiraglia del marchio

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

ANCONA - Le presentazioni ufficiali sulla scena internazionale avverranno il 6 settembre a Cannes e subito dopo (26 settembre) a Montecarlo, ma la prima unità della nuova navetta di Custom Line è stata già varata nella Superyacht Yard di Ferretti Group ad Ancona e presto verrà consegnata al suo fortunato proprietario, un armatore italiano che l’ha acquistata contribuendo a dare credito ai recenti segnali di ripresa del mercato domestico anche in questo elitario settore della nautica di lusso.

La nuova Navetta 42, mega yacht di 42 metri con carena semidislocante, è la più grande imbarcazione mai costruita da Custom Line. Si caratterizza per una linea di straordinaria eleganza, che rispetta il family feeling del cantiere, e per i quattro ponti che conferiscono importanza senza incidere sulla snellezza dello stile. Il tutto è frutto di un percorso progettuale che ha impegnato per più di due anni il comitato strategico di prodotto presieduto da Piero Ferrari, con il dipartimento engineering del Gruppo Ferretti e lo Studio Zuccon. Ovviamente gli stilemi fondamentali richiamano le Navetta 33 e 37 di Custom Line, ma in questo caso pregi e qualità vengono valorizzati dai maggiori spazi disponibili e da soluzioni innovative che fanno del nuovo yacht un prodotto di assoluta avanguardia.

La disposizione degli ambienti utilizza al meglio i generosi volumi a bordo, grazie anche a un’attenta organizzazione degli spazi, in particolare quegli esterni che sfruttano al meglio i quattro ponti per il comfort e la privacy. Una vasta suite sul ponte principale è dedicata all’armatore, mentre il layout del ponte inferiore prevede, su questa prima unità, un allestimento con quattro VIP. Al comandante è dedicata un’ampia zona a prua del ponte superiore con cabina privata e accesso diretto alla plancia di comando principale.

La zona di poppa è un grande beach club a livello del mare, dedicato allo svago degli ospiti. A esaltare la funzione ludica dell’area contribuisce il nuovo sistema di varo e alaggio di tender e water toys dal garage, che si apre lateralmente sul mare. Ciò detto, il cantiere è disponibile ad accogliere eventuali varianti proposte dagli armatori, in nome delle ormai irrinunciabili personalizzazioni richieste per imbarcazioni di questo tipo. A tal proposito vale la pena ricordare che tutti gli allestimenti interni della prima unità di Navetta 42 sono stati personalizzati secondo i desideri del cliente. «Abbiamo operato secondo lo stile tailor-made che ci caratterizza» hanno tenuto a sottolineare i vertici del cantiere nel giorno del varo, quando si è rivelato anche l’allestimento della prua, con ampio “salotto all’aperto” arredato con divani e grandi cuscini prendisole.

Il linea con la filosofia custom anche i criteri adottati per la motorizzazione: la nuova ammiraglia di Custom Line può essere equipaggiata con cinque differenti opzioni di coppie di propulsori, dalla potenza di 1.400 Mhp fino a 1.825. La barca – informa il cantiere - sarà in grado di raggiungere un’autonomia transatlantica di oltre 3.000 miglia all’andatura di crociera economica di 10 nodi.

Alla soddisfazione del cantiere per il lavoro eseguito ha fatto eco il neo armatore. Il quale, pur chiedendo di rimanere nell’anonimato (discutibile consuetudine tutta italiana) ha espresso la propria soddisfazione dicendo che «Navetta 42 è un grande sogno divenuto realtà, un maxi yacht realizzato con la cura di un vestito di sartoria. Non era facile, in una barca così grande, unire funzionalità ed estetica utilizzando al meglio tutti gli spazi: il risultato finale è fantastico, perciò ringrazio l’architetto e tutto il personale Custom Line che hanno tradotto in stile e bellezza i miei desideri. Navetta 42 è un’opera d’arte nautica».

Il varo del nuovo yacht conferma il momento magico di Custom Line: il varo della nuova ammiraglia segue infatti di pochi giorni quello della quinta unità di Navetta 37 e della quarta Navetta 33, mentre sono in fase di costruzione tre Navetta 42. Tutto ciò avviene nel polo produttivo di Ancona, di proprietà del Gruppo Ferretti, che lo ha trasformato in un centro di eccellenza a livello europeo, contribuendo a tenere alta l’immagine del made in Italy nautico nel mondo.

  • condividi l'articolo
Venerdì 8 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:46 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti