Una panoramica del Salone di Cannes

Inaugurato il Salone di Cannes: 600 imbarcazioni esposte, 140 anteprime, Ferretti Group protagonista del Made in Italy

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

CANNES - Inaugurata a Cannes la 45ma edizione dello Yachting Festival, salone della nautica che apre la stagione delle manifestazioni fieristiche proiettate sul 2023 (a seguire, dal 22 al 27 settembre, si svolgerà il Salone di Genova). Circa 600 le imbarcazioni esposte, di misura compresa tra 5 e 50 metri, distribuite tra il Vieux Port (dedicato alle imbarcazioni a motore) e Port Canto (dedicato alla vela).

Poco meno di 140 le novità presentate in anteprima mondiale, con una forte rappresentanza del Made in Italy, che lungo la Croisette domina la scena con tutti o quasi i cantieri più importanti, distinguendosi per la straordinaria capacità di coniugare al meglio stile, tecnica, eleganza e innovazione legata alla compatibilità ambientale e alla salvaguardia del mare. In proposito, vale la pena ricordare che il salone francese, come ormai consuetudine per qualsiasi evento dedicato alla mobilità, su terra o in mare, ha dedicato un’area riservata a mezzi ecocompatibili, una sorta di “percorso dedicato” denominato “Rotta green 2022”.

Dominatore della scena è il Gruppo Ferretti, presente con tutti i suoi marchi (Ferretti Yachts, Riva, Pershing, Itama, CRN, Custom Line, Wally). Per questa edizione dello Yachting Festival ha fatto le cose in grande, presentando o annunciando novità importanti per tutti i brand, grazie ad una verve progettuale e ad una capacità lavorativa ormai consolidata nei siti produttivi di Forlì, Cattolica, Mondolfo, Ancona, La Spezia e Sarnico.

Qui vengono realizzate, con il supporto di designer e architetti di fama internazionale, imbarcazioni di ogni tipo (open, coupé, flybridge, runabout, lobster, maxi e mega-yacht) grazie alle quali il gruppo guidato dall’avvocato Alberto Galassi ha conquistato posizioni sul mercato internazionale, chiudendo il bilancio 2021 con risultati eccellenti, confermati dal positivo andamento dei primi 6 mesi 2022 (vedi articolo dedicato).

Tra le novità italiane più interessanti ci sono senza dubbio le new entry del marchio Riva. E il discorso non riguarda soltanto la versione Super del Corsaro (yacht di 24 metri), ma anche il piccolo Iseo, natante di appena 8 metri finora motorizzato con diesel Yanmar e ora proposto anche in una inedita versione elettrica battezzata EL-Iseo.

E’ la prima barca a emissioni zero prodotta da Riva, è stata realizzata in collaborazione con Parker e promette prestazioni molto interessanti, con velocità di punta autolimitate a 40 nodi e autonomia di 30 miglia. Tuttavia sarà sul mercato non subito, ma nel corso del 2023, quando saranno completati i collaudi nelle condizioni più diverse e più impegnative.

Per ora è stato deciso soltanto di prevedere tre modalità di funzionamento: adagio, andante e veloce. L’orientamento è destinare il piccolo eco-gioiello prevalentemente alla navigazione lacustre, puntando soprattutto sui mercati della Svizzera e dell’Austria (dove è vietata la navigazione con motori termici), ma non è da escludere che armatori di grandi yacht lo scelgano come tender in grado di entrare anche nelle aree marine protette.

Sul versante delle motorizzazioni tradizionali a combustione interna, la novità che ha conquistato letteralmente la scena di Cannes è il Riva Anniversario, una sorta di riedizione moderna del mitico Aquarama di 60 anni fa, capace di coniugare al meglio tradizione e innovazione. Costruito nella storica sede di Sarnico, il Riva Anniversario è frutto del lavoro sinergico con Officina Italiana Design e omaggia quell’heritage che ha reso grande e conosciuto in tutto il mondo questo brand nato 180 anni fa. E’ un motoscafo di 33 piedi, poco più di 10 metri, che verrà prodotto in edizione limitata di 18 unità. A Cannes è stato esposto all’ingresso dell’area fieristica della Croisette e ha fatto girare la testa a tutti.

Con il marchio Riva hanno conquistato la scena anche le nuove versioni Super del Corsaro 76 e del Bahamas. Per il resto le novità più importanti sono arrivate da Wally, con il Wallywhy 150 presentato da Luca Bassani, che ha colto l’occasione anche per anticipare l’imminente arrivo di un WallyPower 58 “molto innovativo” e per svelare l’avviamento di un progetto mirato al giugno 2024, per la realizzazione di una barca a vela con spazio per muoversi in coperta mai visto. Il progettista e fondatore del marchio entrato nel 2019 a far parte del Gruppo Ferretti ha anticipato inoltre che è al lavoro per un Wally 101 da regata destinato a stupire per le prestazioni di cui sarà capace.

Proiettate sul futuro anche le anticipazioni fatte a proposito del progetto InFYnito di Ferretti, eco-yacht che sarà in grado di percorrere oltre 200 miglia in modalità Eco. Intanto il marchio che dà nome all’intera holding ha lanciato al sole della Croisette il nuovo Ferretti 860, per il quale le consegne scatteranno da marzo 2023, con il compito di segnare una “evoluzione assoluta” del concetto di flybridge.

Sul versante dei marchi dedicati alla produzione di yacht open e coupé il gruppo guidato dall’avvocato Galassi ha affidato ai marchi Pershing e Itama il compito di rappresentare la capacità d’innovazione. Come? Per Pershing con il nuovo GTX 116, straordinario yacht veloce di 35 metri, che non rinuncia al comfort e al lusso della piscina circolare sistemata a prua; per Itama con il restyling del 65 RS, costruito ricorrendo a nuovi materiali e rivisitato nella disposizione degli interni. Per lo storico marchio di origine laziale è previsto anche l’arrivo di un nuovo 45 RS, mentre per Pershing è stato appena avviato il progetto di un innovativo GTX80 disegnato da Vallicelli.

Sul fronte delle imbarcazioni più grandi e dislocanti, a Cannes è stato anticipato che Filippo Salvetti e Citterio Viel stanno lavorando al progetto di una imbarcazione con marchio Custom Line che segnerà una svolta epocale, risultando la prima navetta con la “spiaggia” di poppa tanto diffusa tra barche di diversa tipologia. Intanto è stato presentato ufficialmente il nuovo 140, lo yacht più grande mai costruito in materiale composito da Custom Line. In buona salute anche CRN, che già prima di Cannes ha presentato il 142, motoryacht di 52 metri destinato ad incrementare ulteriormente immagine e fatturato del gruppo.

  • condividi l'articolo
Giovedì 8 Settembre 2022 - Ultimo aggiornamento: 09-09-2022 10:22 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti