l Eelex 8000, natante di 8 metri 100% elettrico costruito dal cantiere svedese X-Shore con materiali riciclati

Al Salone di Cannes un comparto dedicato alla nautica green. C’è anche il catamarano con… autonomia illimitata

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

CANNES - Interessante la scelta fatta dagli organizzatori della 45ma edizione dello Yachting Festival di Cannes di dedicare un’area specifica ai prodotti eco-compatibili. Denominato “Rotta green 2022”, è un percorso che mette in luce prodotti e soluzioni mirati a ridurre le emissioni nocive, a salvaguardare flora e fauna marine e ad ottimizzare l’efficienza.

Girando tra gli stand suscitano dunque curiosità, più che attenzione mirata all’acquisto (costano molto e in genere non assicurano autonomie adeguate per la navigazione) alcuni catamarani di lusso dotati di vistosi pannelli solari; altre imbarcazioni motorizzate con propulsione elettrica o ibrida, e non mancano le colonnine per la ricarica montate lungo le banchine riservate al green.

Tra le proposte più interessanti spicca sicuramente quella di Riva con l’Iseo full electric (di cui leggete in altro articolo dedicato alle novità di Ferretti Group), ma su questo versante dell’innovazione si sono viste anche altre proposte interessanti, come quelle di Frauscher, il cantiere austriaco (rappresentato in Italia da Feltrinelli) da tempo incamminatosi su questo versante dell’eco-compatibilità. A Cannes ha debuttato il 740 Mirage Air, nuova ammiraglia della gamma elettrica, un center consolle capace di offrire diversi scenari ai suoi ospiti, trasformandosi in pochi secondi da piattaforma da bagno e prendisole a lussuosa lounge da aperitivo o picnic. Con due differenti possibilità di motorizzazione e batterie in dotazione, il nuovo Frauscher a emissioni zero riesce ad assicurare – secondo il costruttore – “un’autonomia sufficiente per un’intera giornata in mare, senza necessità di rifornimento”.

Interessante anche l’Eelex 8000, natante di 8 metri costruito dal cantiere svedese X-Shore con materiali riciclati. Già vista al salone di Venezia, è una barca equipaggiata con un motore elettrico da 225 kWh e una capacità delle due batterie al litio di 126 kWh. Secondo il costruttore può raggiungere i 30 nodi e, per quanto riguarda l’autonomia, può navigare fino a un massimo di 100 miglia nautiche a una velocità di crociera di 20 nodi, senza doversi preoccupare delle batterie. Quanto ai tempi di ricarica, viene assicurato che si può passare da 0 al 100% di energia in meno di due ore e mezza, mentre possono bastare 80 minuti per passare dal 20 all’80%.

Ma la vera attrazione, in questo campo dell’ecocompatibilità, è rappresentata dal multiscafo elettrico Silent 60, catamarano di 18 metri presentato come “barca dall’autonomia illimitata”: quando tutto manca, infatti, l’imbarcazione può continuare a navigare a emissioni zero non solo con la propulsione elettrica alimentata da pannelli solari ma anche sfruttando la spinta supplementare di un kite-wind, ovvero di una sorta di aquilone fissato a una struttura dell’albero pieghevole sul ponte di prua. Secondo il costruttore, il sistema è capace di generare fino a 10 volte più potenza per metro quadrato di una vela convenzionale.

  • condividi l'articolo
Martedì 13 Settembre 2022 - Ultimo aggiornamento: 14-09-2022 19:28 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti