Il maestro Ludovico Einaudi

Audi City Lab 2019, la mobilità sostenibile attraverso le note di Ludovico Einaudi

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

MILANO - Come è ormai una consuetudine consolidata, anche quest'anno Audi si è ritagliata un ruolo da protagonista alla Settimana milanese del Design in programma dall'8 al 14 aprile, incentrata sul Salone del Mobile alla Fiera di Rho. Un evento che, con la "complicità" dei fuorisalone allestiti in ogni angolo della città, richiamerà nel capoluogo lombardo folle di appassionati e addetti ai lavori provenienti da tutto il mondo.

In questo contesto le case automobilistiche stanno assumendo un peso sempre più importante, e la marca dei quattro anelli si trova decisamente in pole position, rinnovando la tradizione dell'Audi City Lab, il laboratorio di idee e innovazioni focalizzato quest'anno sui temi della mobilità consapevole nella nuova location, gli storici caselli daziari di piazza Sempione che fanno da cornice all'Arco della Pace, creando un ambiente di notevole suggestione a ridosso del parco Sempione e del Castello Sforzesco.

In questo contesto arioso e pieno di luce è allestita per l'intera settimana l'installazione e-Domesticity, che Hani Rashid e Lise Anne Couture dello studio Asymptote Architecture New York hanno realizzato per simboleggiare una rivoluzionaria stazione di ricarica, suggerendo una nuova forma di interazione fra uomo, ambiente e architettura.

Uno sfondo spettacolare, coerente con la lunga serie di eventi, incontri e dibattiti introdotti di un'anteprima di alto livello culturale: il concerto all'aperto del maestro Ludovico Einaudi che con il suo magico pianaforte regalerà al pubblico e alla città di Milano le note emozionanti di una grande musicista, capace di creare autentici capolavori in cui i singoli dettagli si armonizzano in un minimalismo elegante.

Un artista he già in passato ha testimoniato la sua attenzione al futuro del pianeta e delle giovani generazioni eseguendo nel 2016 l'inedito «Elegy for the Arctic» su una piattaforma galleggiante tra i ghiacci delle Isole Svalbard. Un commovente grido d'allarme in difesa dell'Artico e della sua salute sempre più cagionevole da parte un autore in piena sintonia con l'impegno di Audi che, nell'ambito della collaborazione con il Consorzio Costa Smeralda, sostiene la One Ocean Foundation nel suo sforzo di salvaguardare l'ambiente marino cominciando a liberarlo dalla soffocante morsa della plastica. E anche di questo si parlerà nel nutrito programma di appuntamenti del City Lab.

Patrocinato dal Comune di Milano, il concerto di Einaudi inizia alle 20,30 di martedì 9 aprile ed è aperto al pubblico, ma a non più di 5.000 persone. Questo il limite di presenze stabilito da autorità e organizzatori per motivi di sicurezza.
 

  • condividi l'articolo
Mercoledì 3 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 18:47 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti