Pnuematici Michelin per modelli elettrici

Michelin, elettrificazione e clima stanno mutando pneumatici. Studio evidenzia crescita delle misure e diffusione All Season

  • condividi l'articolo

MILANO - La fase di transizione, e per molti versi di vera rivoluzione, che attende il mercato dell’automobile nei prossimi anni sta influenzando anche il settore dei pneumatici, sia dal punto di vista delle dimensioni e delle caratteristiche tecniche, sia dei comportamenti e degli atteggiamenti dei guidatori. Lo ribadisce un recente studio di Michelin, che dalla sua posizione privilegiata di leader delle forniture ha tracciato una ‘mappà dei cambiamenti e delle tendenze che influiranno sui pneumatici vettura e sul loro uso. Ô il caso dei cambiamenti climatici e delle restrizioni ambientali sempre più severe che stanno avendo un forte impatto sul settore. In questo contesto, Michelin si attende (ed è già preparata per fronteggiarla) una trasformazione strategica per il Gruppo e in generale per tutti i player del settore.Tenendo conto delle tendenze e dei cambiamenti nei mercati degli pneumatici, per rispondere alle nuove esigenze degli automobilisti si assisterà ad un forte crescita nel segmento degli All Season o All Weather, cioè coperture adatte ad ogni condizione climatica.

A lungo poco apprezzati dagli automobilisti europei, i pneumatici All Season hanno avuto un notevole successo commerciale negli ultimi anni, triplicando le loro vendite soprattutto grazie ai progressi tecnologici sviluppati da Michelin e ‘suggeritì come acquisto da fattori come : appunto i cambiamenti climatici e le nevicate imprevedibili. A questo si aggiungono - segnala Michelin - le modifiche alle normative europee, i vantaggi per il consumatore (che non deve acquistare due set di pneumatici) e lo sviluppo delle flotte di veicoli in leasing, che privilegiano questo equipaggiamento. Sta mutando rapidamente - sottolinea lo studio - anche la dimensione media dei pneumatici, che è in aumento, a causa dell’aumento del peso dei veicoli che - diventando elettrici - sono automaticamente più pesanti. Per assurdo questa tendenza, che punterebbe alla riduzione delle emissioni allo scarico - ha un impatto diretto sui consumi e quindi sulla quantità di CO2 immessa nell’ambiente Michelin ha risposto però a questo paradosso attraverso l’innovazione e la tecnologia. Ad esempio, la riduzione della resistenza al rotolamento dei suoi prodotti ha consentito di risparmiare 3,4 miliardi di litri di carburante nell’intera vita utile dei pneumatici nel 2021 rispetto al 2010 come anno di riferimento, che rappresenta un risparmio di 8,7 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Michelin continuerà a impegnarsi per migliorare questa efficienza energetica di un ulteriore 10% da qui al 2030. Con lo sviluppo e la diffusione dei veicoli elettrici - segnala Michelin - i pneumatici riacquistano importanza poiché le caratteristiche di queste auto richiedono molto di più dalla gommatura rispetto a quelle con motore a combustione. Per offrire buone prestazioni, il pneumatico di un modello elettrico deve possedere quattro qualità essenziali. Sono la durata, a causa dell’aumento della coppia del motore durante l’accelerazione e la decelerazione; la bassa resistenza al rotolamento, fondamentale per la portata; la capacità di carico, indispensabile per sostenere il peso delle batterie e, infine, la riduzione del rumore, poiché il 70% del rumore generato da un veicolo elettrico proviene dalla strada e non dal motore.

  • condividi l'articolo
Venerdì 21 Ottobre 2022 - Ultimo aggiornamento: 24-10-2022 09:01 | © RIPRODUZIONE RISERVATA