La Maserati MC20 Cielo

Maserati, ecco la MC20 Cielo gemella scoperta della supercar. Tetto "magico": in 1" diventa opaco e in 12" si apre

di Piero Bianco
  • condividi l'articolo

MODENA - "Maserati accelera con prodotti entusiasmanti e buoni risultati economici, questo è un altro momento chiave per il rilancio globale del brand". Così Davide Grasso, Ceo del Tridente, allo scenografico battesimo della nuova MC20 Cielo. E' la spyder gemella della supercar presentata due anni fa (MC sta per Maserati Corse e 20 è l'anno del debutto) che nel 2025 diventerà anche full-electric. La famiglia avrà così tre modelli complementari prodotti sulla stessa piattaforma modulare a Modena, all'insegna dell'artigianità tecnologica. Oggi da quelle linee nascono sei vetture al giorno e tre d'ora in poi saranno scoperte. Finora sono 700 le MC20 già consegnate, con ordini per l'intero anno. La Cielo parte con la versione di lancio PrimaSerie, a tiratura limitata (un centinaio di esemplari) e caratterizzata da contenuti esclusivi.

"Cielo regala la gioia della guida en plein air – aggiunge Grasso – ma anche prestazioni ed emozioni identiche a quelle della coupé, con un comfort di guida straordinario". Il grande lavoro ingegneristico ha consentito di aumentare il peso di soli 65 kg (per un totale di 1.540), preservando l'aerodinamica, la rigidità torsionale e rinforzando parabrezza e roll-bar. Ma il "segreto" più accattivante della MC20 Cielo è il tetto in vetro elettrocromico retrattile, che porta all'esordio una primizia assoluta. Grazie alla tecnologia Polymer Dispersed Liquid Crystal, in meno di un secondo si trasforma da trasparente a opaco con un semplice tocco sul display centrale. La versione trasparente ha ispirato il nome della vettura, perché consente di "godersi il cielo". Il tetto magico è anche best in class per isolamento termico e per velocità di apertura e chiusura (soli 12 secondi) fino a 50 km l'ora. "E' anche il più grande del segmento – sottolineano in Maserati - con 909 mm di lunghezza, 615 di larghezza e una superficie superiore al mezzo metro quadrato". L'effetto è uno sky feeling inedito.

Gemelle, ma con anime differenti, la MC20 e la spyder Cielo hanno in comune lo spirito racing che contraddistingue le supersportive del Tridente. Il cuore pulsante è il motore Nettuno V6 a benzina 3.0 biturbo che sviluppa 630 CV e 730 Nm. Una tecnologia derivata dalla F1 che consente di raggiungere 324 km/h, con spunto da 0 a 100 in 3", grazie anche all'eccezionale rapporto peso/potenza.

A tetto chiuso la Cielo, lunga 4,67 metri e larga 1,96, ricorda molto la versione coupé, anche se è più alta di 45 millimetri. In realtà le differenze sono numerose, perché gran parte della vettura è stato riprogettato, in fiancata e nel posteriore. Il coefficiente di penetrazione aerodinamica è pressoché invariato, nell'ordine del 2%. Il design è funzionale in ogni dettaglio, comprese le porte Butterfly che agevolano l'entrata. Il telaio in carbonio consente di coniugare l'elevata guidabilità in strada e in pista. Un Tridente stilizzato funge da presa d’aria di raffreddamento sulla copertura del vano motore in policarbonato, e si può scegliere di personalizzarlo con una decalcomania in titanio opaco protetta da una pellicola di vernice trasparente.

La MC20 Cielo aggiunge inoltre – come la coupé Model Year 2023 - numerosi sistemi di sicurezza attivi. Oltre ai sensori di parcheggio, alla telecamera posteriore a 360° e al blind spot monitoring vengono introdotti l’autonomous emergency brake e il traffic sign information. Altra novità, al debutto nell'edizione di lancio e disponibile nel programma di personalizzazione Fuoriserie, la vernice tristrato color Acquamarina, che ha una base grigia ed è cangiante, svelando alla luce del sole una tonalità fresca e iridescente. La PrimaSerie propone interni Ice in Alcantara ricamata al laser e dettagli dorati, ad esempio il logo posteriore sul coperchio della capote, oltre a un pacchetto di optional particolarmente ricco. Con un sovrapprezzo di 100mila euro, rispetto al prezzo di listino della MC20 Cielo che parte da 268mila euro (prime consegne a gennaio 2023).

Per tutte le versioni è disponibile un sistema audio High Premium Sonus Faber con 12 speaker. Come sulla coupé, tutte le funzioni di infotainment sono gestite dal sistema Multimediale MIA (Maserati Intelligent Assistant) e da Maserati Connect. Mentre la dinamica di guida è gestita dal classico "manettino" che è diventato a comando digitale e consente di selezionare 5 diverse modalità.

  • condividi l'articolo
Giovedì 26 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento: 27-05-2022 14:41 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti