Il numero uno di Stellantis Carlos Tavares, in conferenza stampa a Hangzhou sull accordo con il produttore cinese di veicoli elettrici Leapmotor

Tavares critica l’indagine UE sui sussidi alle auto cinesi: «Non è il modo migliore per affrontare le questioni globali»

  • condividi l'articolo

PECHINO - Stellantis non ha chiesto l’indagine della Commissione Ue per stabilire se i veicoli elettrici cinesi più economici venduti in Europa beneficino o meno di sussidi statali. Il numero uno Carlos Tavares, in conferenza stampa a Hangzhou sull’accordo con il produttore cinese di veicoli elettrici Leapmotor, ha notato di non ritenere che l’indagine sia il modo migliore per affrontare le questioni globali. «Poiché dobbiamo affrontare questioni globali, dobbiamo adottare una mentalità globale. Non sosteniamo un mondo frammentato. Ci piace la concorrenza. Avviare un’indagine non è il modo migliore per affrontare tali questioni», ha aggiunto. Il mondo dell’automotive «è come una competizione», ha aggiunto Tavares, per il quale si tratta di «una corsa e noi dobbiamo competere per il beneficio dei consumatori e della gente a favore di una migliore mobilità». Attualmente, «il mondo è molto frammentato ed è necessario muoversi per poter risolvere il problema», ha proseguito il manager. Da parte sua, Zhu Jiangming, numero uno e co-fondatore di Leapmotor, ha osservato che «la compagnia sta collaborando con l’indagine. Forniremo tutto il materiale che possiamo», ha assicurato nella stessa conferenza stampa trasmessa in streaming. 

  • condividi l'articolo
Venerdì 27 Ottobre 2023 - Ultimo aggiornamento: 29-10-2023 08:50 | © RIPRODUZIONE RISERVATA