Susie Stoddard, Team Principal della Venturi

La “svolta rosa" della Formula E: otto donne pilota tester ed un team principal nella prossima stagione

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

ROMA – La Formula E è sempre più politicamente corretta. Non solo nei confronti dell'ambiente, ma anche delle donne. Dal punto di vista energetico porta il motorsport a zero emissioni nei centri delle città con monoposto elettriche alimentate ad energia sostenibile. Dal punto di vista sportivo offre più opportunità (ancora non sono pari) al gentil sesso: diverse scuderie hanno puntato su donne tester e un team ha un direttore generale femmina.

La squadra britannica Nio ha chiamato come collaudatrice la 20enne Jamie Chadwick, la squadra indiana Mahindra ha voluto la 38enne tedesca Katherine Legge e la monegasca Venturi ha riportato nel circuito full electric la svizzera Simona de Silvestro. La Virgin Racing schiererà Amna Al Quabaisi, la prima pilota araba. La Hwa ha impegnato la 20enne tedesca Carrie Schreiner, mentre la Nissan e.Dams si è affidata alla spagnola Carmen Jordà. La Ds Techeetah ha puntato su Tatiana Calderon e la Bmw Andretti sulla 23enne olandese Beitske Visser. La stessa scuderia del Principato ha anche affidato alla scozzese Susie Stoddard la carica di Team Principal.

La manager anticipa in qualche modo il coinvolgimento di Mercedes nella Formula E. Il costruttore di Stoccarda debutterà nella sesta stagione assieme a Porsche, ma raccoglierà esperienza in questa come testimoniano sia la conferma di Edoardo Mortara, pilota messo sotto contratto dalla casa con la Stella, sia l'impegno della Hwa, società nata da una costola della Amg. La stessa Susie Stoddard, del resto, ha stretti legami con Mercedes, visto che dall'ottobre del 2011 è addirittura sposata con Toto Wolff, il pluridecorato capo della divisione Motorsport. Ma il suo curriculum è di quelli che non lasciano spazi ed equivoci di sorta: nel 2006 ha corso nel Dtm per Mercedes e dal 2012 al 2015 è stata collaudatrice per la Williams in Formula 1. Il 6 dicembre compirà 36 anni.

Per certi versi la “svolta rosa” è anche una questione d'immagine. Anche per l'Arabia Saudita, dove il 15 dicembre scatterà la quinta stagione della Formula E. Solo alla fine dello scorso giugno nel paese è caduto un grande tabù: la legge che vietava alle donne di ottenere la patente e guidare. Le tester che il giorno dopo il primo ePrix del campionato 2018/2019 saranno al volante della Gen2 saranno le ambasciatrici di questo cambiamento.

  • condividi l'articolo
Martedì 11 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:40 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti