Ducato Electric

Fiat Professional svela in anteprima mondiale il nuovo Ducato Electric: arriverà nel 2020

di Francesco Irace
  • condividi l'articolo
ANTEPRIME

TORINO – In occasione della presentazione alla stampa internazionale del nuovo Ducato MY 2020, Fiat Professional ha svelato in anteprima mondiale il Ducato Electric, versione a zero emissioni del mezzo che da 38 anni è leader nel mondo dei veicoli commerciali. Attraverso un processo di acquisizione dati durato un anno, Fiat Professional ha appreso che oltre il 25% del mercato è già immediatamente pronto al passaggio alla versione elettrica dal punto di vista di utilizzo, percorso, dinamica e prestazioni. In particolare, sono i professionisti che operano in specifiche aree di business ad essere in primis interessati e pronti alla nuova soluzione elettrica. 
 

Il crescente commercio online, le spedizioni, i ristoranti a domicilio, il trasporto locale, fanno crescere la necessità di accesso ai grandi centri urbani che sempre di più limitano la circolazione a veicoli con motore tradizionale. E nello specifico, il Ducato Electric può fare già al caso di coloro che fanno percorsi simili tutti i giorni con chilometraggi limitati. Le differenti versioni che arriveranno sul mercato nel 2020 riusciranno a garantire un'autonomia compresa tra i 220 e i 360 km e offriranno differenti configurazioni di ricarica. 

Il Ducato Electric sarà in grado di raggiungere una velocità massima autolimitata a 100 km/h, con una potenza massima di 90 kW e una coppia di 280 Nm. Assicurerà le stesse capacità del Ducato tradizionale – stesse configurazioni e capacità di carico – e potrà ricaricarsi in meno di 30 minuti per percorrere 100 km. "Il nuovo Ducato Electric è un veicolo senza compromessi: 100% Ducato, 100% Elettrico", recita la nota di Fiat Professional. "Sarà quindi la punta di diamante di Fiat Professional nel campo della mobilità elettrica e soprattutto nel passaggio sempre più evidente dalla tradizionale “scelta del veicolo” a una “scelta della mobilità” ispirata da fattori specifici di tipo lavorativo e commerciale, muovendo il concetto di acquisto da Total Cost of Ownership al Total Cost of Mobility."

 

  • condividi l'articolo
Lunedì 1 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 11:59 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti