La Fiat S 61 Corsa  del 1908

Made in Italy in primo piano ad Auto e Moto d’Epoca. Alfa Classiche e Instant Classic le novità di Fiat Heritage

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

PADOVA - La 35ma edizione di Auto e Moto d’epoca in programma a Padova dal 25 al 28 ottobre vedrà schierato in primo piano il meglio del collezionismo europeo, ma soprattutto italiano, con il suo portentoso parterre di marchi di prestigio, a cominciare da Ferrari, Maserati, Lamborghini, per proseguire con Alfa Romeo, Lancia, Fiat, Abarth, e dipanarsi attraverso i tanti artigiani e carrozzieri che hanno firmato innumerevoli modelli, soprattutto negli anni del dopoguerra e del boom economico.

Cambio di scena. Ma se fino a qualche tempo fa il culto dell’auto storica era un’esclusiva di (pochi) registri di marca e di modelli, e di appassionati riuniti in club più o meno esclusivisi, oggi la scena è mutata: con l’obiettivo di valorizzare il rapporto tra innovazione e tradizione, sono scese in campo direttamente molte case automobilistiche, impegnandosi nella salvaguardia del patrimonio storico delle varie marche.

FCA Heritage. In questa ottica spicca, ad Auto e Moto d’Epoca, la presenza di FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo italo americano guidato da Roberto Giolito, che mira a valorizzare e promuove il patrimonio storico dei marchi Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth.

Nuovi servizi. Al debutto, con FCA Heritage, due nuovi servizi: Alfa Romeo Classiche (provvede alla certificazione di autenticità e al restauro delle vetture storiche del Biscione) e Instant Classic, progetto mirato invece alla certificazione di esclusive vetture attuali che diventeranno in futuro pezzi da collezione. Come testimonial delle due iniziative sono esposte a Padova la Giulietta Sprint del 1955 di Piero Pelù e un esemplare della serie speciale Stelvio Quadrifoglio N-RING.

Gioielli in vendita. Nello stand di FCA Heritage vengono esposte inoltre tre rappresentanti d’eccezione del passato sportivo del Gruppo: l’Alfa Romeo 75 Turbo Evoluzione IMSA del 1988; la coeva Lancia Delta HF Integrale Gr. A «Safari», e la rara Fiat S 61 Corsa del 1908, vera e propria vedette del dipartimento Heritage. Il programma Reloaded by Creators, già operativo da tempo, prevede invece l’esposizione di una Fiat 124 Sport Spider del 1967 e di una Pininfarina Spidereuropa del 1982, entrambe restaurate e messe in vendita direttamente da FCA Heritage.

Maserati-Eldorado. Il Made in Italy entrato nella storia dell’auto viene rappresentato anche da Maserati, che affianco al Model Year 2019 del Suv Levante in configurazione GranSport espone una vera icona dell’automobilismo sportivo del passato: la Maserati Eldorado, prima monoposto sponsorizzata in Europa, che il 29 giugno 1958 scendeva in pista a Monza con Stirling Moss al volante, esponendo in bella evidenza l’immagine dell’omonima Casa di gelati.

ACI Storico in campo. La storia dell’automobilismo sportivo italiano viene ben rappresentata a Padova grazie anche ad ACI Storico, che dedica uno spazio specifico ai Rally di Sanremo e Sardegna. vengono esposte alcune vetture ufficiali che hanno segnato la storia di queste prestigiose competizioni, come la Lancia 037 Evoluzione 2 Gruppo B del 1983, la Fiat 131 Abarth Gruppo 4 del 1976, la Delta 16V Gruppo A del 1990 guidata da Miki Biasion. Con l’ex campione del mondo saranno a Padova anche altri piloti del passato come Amilcare Ballestrieri e Sandro Munari.

  • condividi l'articolo
Martedì 23 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2018 05:02 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti