Un momento del tour della Sardegna con le Moto Guzzi

Guzzi Experience, alla scoperta della Sardegna con le bicilindriche di Mandello

di Antonino Pane
  • condividi l'articolo
DUERUOTE

IS MOLAS - Prosegue la nostra avventura on the road nel paradiso di ogni motociclista, nel caldo e selvaggio sud della Sardegna, con base di partenza nell’incantevole Is Molas sempre in sella una dei gioielli della gamma Moto Guzzi. Ed eccoci al secondo giorno. La mappa del percorso dice che affronteremo nella prima parte della giornata strade panoramiche. Nel pomeriggio, invece,    il tratto di percorso più avvincente: cento chilometri di curve lungo la costa verso Portoscuro.
 

Le moto, naturalmente, sono di nuovo tutte schierate. Gli ospiti stranieri, quelli che hanno prenotato questa Esperienza sui social della Moto Guzzi sono i primi ad arrivare. Una coppia di tedeschi mira direttamente verso la  California. Anche ieri hanno utilizzato la stessa moto. A giudicare da come la guardano c’è da credere che stanno facendo le prove per l’acquisto. Il marito è robusto muove agevolmente da fermo l’ammiraglia da 1400 centimetri cubici della Moto Guzzi. La passeggera ha portato in camera una valigia laterale. Torna poco dopo è soddisfatta mostra al marito quanta roba è riuscita a stivare. Ripete l’operazione anche con l’altra. Vogliono caricare la California al massimo, vogliono fare un test completo.

Per noi sono pronte due V9. Ci sono da affrontare i 278 chilometri del percorso di oggi. Roamer o Bobber? Andiamo con la Roamer, poi avremo l’opportunità di cambiarla strada facendo. 
 

 

Motori in moto alle 08.30 precise. Il cielo è coperto ma la temperatura è piacevolissima. Da Is Molas Resort subito in direzione dell’innesto sulla strada stare 195. Tratto veloce in direzione Teulada Town/Sant’Anna Arresi/Giba. Poi eccoci in direzione San Giovanni Suergiu. La prima sosta a Sant’Antioco, giusto il tempo di scambiare le moto. La Roamer ha mantenuto tutte le promesse. Posizione di guida comoda, grinta, grande disponibilità di potenza anche alle marce alte. Passiamo dalla V9 Roamer alle V9 Bobber.

La sostanza non cambia, questione solo di stile. La Bobber piace ai più giovani, il look è mirato proprio verso chi vuole una moto aggressiva anche allo sguardo. La strada da affrontare è quella che Sant’Antioco porta verso la strada statale 126 e da qui innesto sulla strada provinciale 2 in direzione Portoscuso. Poi di nuovo sulla statale 126 fino a Iglesiase a Villamassargia.  Da qui Strada Consortile Macchiareddu in direzione della 195. Da Capoterra rush finale fino Is Molas Resort. 

  • condividi l'articolo
Martedì 8 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 09-05-2018 10:32 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti