Alla 61^ edizione del Caravan Salon Düsseldorf si è visto anche l'ex pilota di Formula 1 Ralf Schumacher (fonte Messe Düsseldorf / ctillmann)

Caravan Salon Düsseldorf 2022, rassegna tedesca chiude con più pubblico (235mila visitatori) e soddisfazione degli operatori

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

DÜSSELDORF – La 61^ edizione del Caravan Salon Düsseldorf ha chiuso i battenti contabilizzando 235.000 visitatori, un numero che ha superato le attese degli organizzatori che ne avevano previsti 200.000. Gli spazi espositivi (250.000 metri quadrati suddivisi in 16 padiglioni) e gli espositori (736) avevano già totalizzato cifre mai raggiunte prima. Il consuntivo pare ancora più soddisfacente dato che se le aziende rappresentavano 36 paesi, il pubblico è arrivato da addirittura 72 nazioni.

Come lo scorso anno, alla rassegna si è visto anche l'ex pilota di Formula 1 Ralf Schumacher. L'asso del volante ha presentato un camper da 280.000 euro sviluppato nel corso degli ultimi due anni da una società slovena. Il modello è stato realizzato sulla base di un Mercedes-Benz Sprinter ad assetto rialzato alla cui progettazione ha partecipato lo stesso campione tedesco. Il camper misura 7,36 metri di lunghezza e dispone di un motore da 190 cavalli: si chiama Robeta Schumacher Edition. Il prezzo è importante, ma non proibitivo come quello di altri veicoli per il turismo open air e si spiega con gli interni particolarmente ricercati per i quali sono stati impiegati materiali pregiati e arredi nautici.

Tra gli aspetti che hanno riservato le maggiori soddisfazioni agli organizzatori c'è quella è stata definita una «gratificante» partecipazione da parte dei neofiti del segmento, fra cui anche molte famiglie. A questi visitatori, più che a tutti gli altri, era stato riservato proprio uno spazio specifico all'interno della rassegna con un'area dedicata alla “avventura fai da te” proposta per la prima volta al Caravan Salon.

Anche gli espositori, almeno quelli interpellati dalla Fiera del capoluogo del Nord Reno Westfalia, hanno espresso giudizi positivi malgrado la flessione del numero dei contratti firmati. «La gente ama il turismo itinerante e nonostante il deciso aumento dei prezzi vuole comunque comprare i veicoli – ha spiegato Holger Sibert, numero della filiale tedesca di Trigano e capo di Eura Mobil – L'interesse all'acquisto è risultato più alto rispetto alle attese e il fatto che le vendite abbiano subito un calo generalizzato dipende soprattutto dalla carenza di veicoli su cui allestire i camper, in particolare del leader di mercato, che è Fiat». L'evento ha avuto una ampia risonanza, non solo in Germania, e testimonia il crescente gradimento per questo modo alternativo di vivere il turismo, più destagionalizzato.

  • condividi l'articolo
Lunedì 5 Settembre 2022 - Ultimo aggiornamento: 06-09-2022 11:34 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti