La partenza di un EPrix

FE da record nel 2022: 16 gare nella Stagione 8. L'EPrix di Roma il 9 aprile, Seul, Vancouver e Città del Capo le novità

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

LONDRA – Sedici gare in meno di 8 mesi: il calendario 2022 della Formula E è da primato. Mai prima d'ora erano state inserite così tante corse in una sola stagione. Quattro città ospiteranno un doppio evento: l'araba Diriyah, dove il campionato del mondo elettrico scatta il 28 gennaio, e poi New York (16 e 17 luglio), Londra (30 e 31 luglio) e Seul (13 e 14 agosto), nell'ordine le tre città che ospitano gli ultimi sei eventi. Per la capitale della Corea del Sud (verrà coinvolto anche lo stadio olimpico) si tratta del debutto nel circuito a zero emissioni. Che torna in Canada, a Vancouver (2 luglio), e che resta in Africa, ma lascia la fascia settentrionale per trasferirsi a Città del Capo (26 febbraio).

Roma resta naturalmente nella Formula E (la Città Eterna ha un'intesa che dura fino al 2025): la tappa italiana, la sesta del calendario e la prima europea, è in programma il 9 aprile. Gli altri ePrix si corrono a Città del Messico (2 febbraio), dove il campionato torna dopo la parentesi di Puebla di quest'anno, in Cina (19 marzo) anche se la località non è stata ancora ufficializzata, Montecarlo (30 aprile) e Berlino (14 maggio). La capitale tedesca è la sola città ad aver finora ospitato la Formula E in ogni stagione.

Una gara è in programma anche il 4 giugno, ma gli organizzatori non hanno ancora reso noto in quale città si disputerà l'ePrix numero 9 dell'ottava stagione, “orfana” di Audi e Bmw che lasceranno a fine campionato. A quanto pare la sede della corsa non sarà Parigi, che dovrebbe rientrare solo nel 2023 e poi diventare un appuntamento a cadenza biennale. Ancora una volta la Formula E tocca quattro continenti: per il quinto, l'Oceania, ci sarà ancora da pazientare. Il calendario diffuso oggi è stato ratificato ieri dal Fia World Motorsport Council.

Per l'Africa subsahariana il campionato elettrico rappresenta il ritorno di una competizione planetaria riservata alle monoposto della Fia dopo l’ultimo South African Grand Prix, che si era disputato nel 1993. Anche se Hyundai ha smentito di essere interessata alla Formula E, la presenza a Seul non può venire considerata soltanto come l'interesse dei costruttori europei di presentarsi in un mercato praticamente blindato dai marchi nazionali.

  • condividi l'articolo
Venerdì 9 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2021 10:21 | © RIPRODUZIONE RISERVATA