Wrc, gli “appiedati” Mikkelsen, Ostberg e Prokop trovano un volante e restano nel mondiale

di Claudio Margarita
MONTECARLO – Erano rimasti senza scuderia, ma restano nel rally. Dopo l'addio di Volkswagen, il 28enne norvegese Andreas Mikkelsen, terzo nel WRC del 2016, ha trovato rifugio in Skoda e sarà al via anche nella gara che apre la stagione, quella di Montecarlo. Però ha dovuto accettare un programma decisamente più ridotto. Altri due protagonisti della specialità, l'altro norvegese Mads Ostberg ed il ceco Martin Prokop, non gareggeranno in Costa Azzurra, ma potranno competere con una Ford Fiesta grazie a M-Sport.

Mikkelsen (3 rally vinti nel WRC) è stato spiazzato dalla decisione della scuderia tedesca e a differenza degli ex compagni di scuderia Ogier e Latvala, ha faticato a trovare una sistemazione: “Tutti i sedili erano già occupati”, ha commentato recentemente. “Non sappiamo quello che succederà nel corso della stagione 2017 – ha aggiunto – ma io spero di guidare quanto più possibile. Stiamo lavorando ad un piano per partecipare ad alcuni rally selezionati”. L'obiettivo è tornare nel WRC nel 2018 con una scuderia ufficiale. A Montecarlo sarà affiancato dal navigatore Anders Jaeger e guiderà una Skoda Fabia R5 nel WRC2. “È come un ritorno a casa”, ha concluso Mikkelsen, che proprio al volante di un'auto della Freccia Alata aveva vinto due titoli nell'Intercontinental Rally Challenge prima di venire ingaggiato da Volkswagen.

Mads Ostberg aveva già rischiato di restare disoccupato quando Citroen aveva annunciato l'impegno a scartamento ridotto per il 2016. Così la guida norvegese, che ha finora ha vinto un rally nel WRC, si era accordata con M-Sport. Nelle prime tre gare aveva ottenuto due terzi posti (Svezia e Messico) ed una quarta piazza. Alla fine ha chiuso al settimo posto assoluto, ma la scuderia britannica gli ha preferito l'estone Ott Tänak, che pure gli è rimasto alle spalle. A partire dal Rally di Svezia, Ostberg sarà al via con una Ford Fiesta RS WRC Plus iscritta da M-Sport, ma gestita privatamente.

Anche Martin Prokop parteciperà al mondiale grazie a questa formula ed all'aggiornato regolamento, ma esordirà in Messico (trasferta alla quale non prenderà parte Ostberg). In realtà, sia il 34enne della Repubblica Ceca (113 rally, ma ancora nessuna vittoria) sia il norvegese riceveranno ben poco aiuto da M-Sport. Oltre alla vettura con specifiche per il 2017 e ad un parziale supporto tecnico per la messa a punto delle auto (che avverrà a Brno), i due dovranno “arrangiarsi” mettendo assieme un team specifico, che sarà in parte quello di Adapta, scuderia con la quale Ostberg disputa il campionato rally della Norvegia, e di Jipocar, quello che ha sostenuto Prokop.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 18 Gennaio 2017, 20:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009