Il Pardo 38

Pardo Yachts completa la gamma con il “piccolo” 38 walkaround di 12m in versione entro o fuoribordo

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

ROMA - Nel maggio scorso c’è stata l’anteprima nella Pardo Week di Portopiccolo Trieste, a settembre ci sarà la “premiere” ufficiale al Salone di Cannes, poi finalmente il lancio sul mercato, con l’ambizione di ripetere il successo ottenuto con il Pardo 43 e il Pardo 50, le barche che tra il 2017 e il 2018 hanno fatto da apripista all’ingresso dello storico cantiere forlivese nel mondo delle imbarcazioni a motore, dopo i successi ottenuti nella vela con i Grand Soleil delle linee Yachts e Custom.

Il nuovo modello, ormai definito in tutti i dettagli, si discosterà dai “fratelli maggiori” prevalentemente per la misura più contenuta (11,90 metri ft, baglio massimo di 3,60) ma ne ricalcherà lo stile e la personalità. Del resto l’ufficio tecnico del cantiere lo ha progettato, come già avvenuto per il 43 e il 50, con la collaborazione di Zucchery Yacht Design. E il risultato è una barca che si distingue per le forme originali, la qualità costruttiva, l’eleganza, in grado di promettere comfort, funzionalità, potenza e prestazioni di prim’ordine: tutte qualità indissolubilmente legate alla carena e alla motorizzazione.

Nel primo caso si tratta di uno scafo a V profondo, a geometria variabile, con fondi convessi che assicurano anche una maggiore robustezza di forma. Quanto alla motorizzazione ci si potrà davvero sbizzarrire, visto che il Pardo 38 può adottare sia motori entrobordo, sia fuoribordo (in soluzione doppia o tripla), con potenze comprese tra un minimo di 560 e un massimo di 1050 hp. In quest’ultimo caso la velocità dichiarata è di 50 nodi!

La motorizzazione standard prevede due entrofuoribordo Volvo Penta da 280hp benzina mentre su specifica richiesta dell’armatore è possibile montare due Volvo Penta D4 diesel da 300 cavalli o D6 da 380 o 440 cavalli. Sempre su richiesta dell’armatore, il Pardo 38 può essere motorizzato con due fuoribordo Mercury da 300 o 350 hp, o con tripla motorizzazione Mercury da 350 hp. Caratteristica comune a tutte le tipologie, è la possibilità di installare il joystick che permette di controllare la barca al meglio.

Potenze e prestazioni velocistiche a parte, il Pardo 38 è un’imbarcazione pensata per chi ama vivere il mare in compagnia, con ospiti a bordo, ma anche godersi momenti di estremo relax in pochi. Il piano unico di coperta walkaround riprende quello dei due fratelli maggiori, assicurando facile circolazione negli spazi. La coperta si sviluppa infatti su un unico piano da prua a poppa senza gradini ed è interamente protetta da murate rialzate per dare garanzia di sicurezza. Tutto il pagliolo è in teak naturale, come dotazione standard, ma su richiesta può essere sostituito dal teak sintetico. Massima personalizzazione invece è lasciata all’armatore per quanto riguarda i colori e i tessuti delle cuscinerie.

ll T-Top fisso è in fibra di carbonio rigida e leggera e copre dalla postazione di comando fino alla zona pranzo (composta da un tavolo attorno al quale trovano spazio sei comode sedute), ma c’è la possibilità di estendere la copertura verso poppa con un bimini. Quest’ultimo può essere attivato con un meccanismo elettrico integrato nella parte superiore del T-Top.

Le zone dedicate al relax sono posizionate sia a prua, dove trova spazio un’ampia area prendisole comoda per tre persone, sia a poppa, dove ci sono un tavolo abbattibile e due sedute contrapposte. L’area poppiera è stata dedicata alla zona pranzo, caratterizzata dall’ormai nota cucina esterna che prevede diversi allestimenti, in base alle richieste dell’armatore.

Tra i tanti valori aggiunti della costruzione si fanno notare la zona console arricchita da inserti in carbonio e dal parabrezza senza supporti che assicura una perfetta visuale in navigazione grazie anche alle linee del bordo libero che si abbassano verso poppa. A prua il sistema di ancoraggio è dotato anche di telecamera visibile sul chartplotter in console per rendere le manovre il più possibile semplici e sicure. E ancora: per le ore notturne è prevista un’illuminazione apposita che crea un’atmosfera speciale in tutto il pozzetto.

Per quanto riguarda gli spazi interni sono previsti due differenti layout: quello standard dispone di una cabina con letto matrimoniale e un bagno, ma su richiesta possono essere aggiunti anche due letti singoli nella zona poppiera, a formare una vera e propria seconda cabina. L’ambiente open space è caratterizzato da ampi volumi, altezze generose, abbondante luminosità e ottima ventilazione, con una distribuzione degli spazi non usuale per un’imbarcazione di 38 piedi. Abbondante la capienza dei serbatoi di carburante (1000 litri), mentre non supera i 180 litri la riserva d’acqua. Non ancora comunicato il prezzo.


 

  • condividi l'articolo
Mercoledì 28 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento: 13:13 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti