DS, la raffinata Performance Line punta sul profumo di Gran Turismo

di Giampiero Bottino
PARIGI - Per farsi largo nell'affollata e pretenziosa arena dei costruttori premium non bastano la classe, l'eleganza e la qualità. Servono anche i muscoli. Quelli che i tradizionali dominatori del settore etichettano con sigle che agli occhi degli appassionati hanno acquisito la forza e l'appeali di veri e propri brand. Pensiamo ad Amg per Mercedes, alla mitica “M” che nobilita le Bmw più cattive, alle S/RS che nascondono sotto “vestiti” apparentemente normali gli imponenti schieramenti di cavalleria delle Audi più aggressive. Schieramenti analoghi a quelli che scalpitano nel cofano delle Jaguar R, mentre la giapponese Lexus ha dovuto parzialmente correggere la vocazione alto-borghese della sua gamma solo ibrida con la versione F-Sport di ogni modello.
 
 


È una regola non scritta, ma evidentemente imperativa, alla quale bisogna adeguarsi. Lo dimostra anche la più giovane – ma non meno ambiziosa – protagonista del mercato premium: la DS che, ormai definitivamente reciso il cordone ombelicale che la legava a Citroën, ha intrapreso la strada della piena autonomia con la mission di rappresentare (e possibilmente di imporre) il concetto di lusso alla francese in un panorama dominato dal rigore tedesco.

In attesa che entri nel vivo l'offensiva di prodotto destinata a ridisegnare e raddoppiare la gamma, il marchio premium del gruppo Psa lavora sui modelli esistenti, puntando a soddisfare anche quella esigente fascia di clienti che all'eleganza amano affiancare il dinamismo. In coerenza con la filosofia del brand, si è preferito privilegiare l'anima delle Gran Turismo piuttosto che puntare alla sportività dura e pura. È nata così la Performance Line, una linea inedita e trasversale che coinvolge tutti i 4 modelli attualmente al listino, e cioè DS3 berlina e cabrio, DS4 e DS5.

Designer e tecnici hanno lavorato assieme agli specialisti della Divisione Sport per mettere a punto delle caratteristiche comuni a modelli peraltro molto diversi per dimensioni e target di riferimento. Le DS3 e DS4 condividono per esempio la livrea bicolore, caratterizzata dal tetto nero abbinato a 7 diverse tinte di carrozzeria (6 nel caso del modello più grande). Nella DS5 invece l'esclusivo tetto cockpit d'ispirazione aeronautica, nel quale sono concentrati sopra la testa degli occupanti tutti i comandi tradizionalmente inseriti nella consolle centrale, è coordinato con i cinque colori disponibili per la carrozzeria.

A connotare esteticamente le DS Perfomance Line concorrono poi i numerosi dettagli stilistici che ripropongono i tre colori simbolo della famiglia, e cioè il carminio, il gold e il bianco scelti – come spiega il direttore del design DS Thierry Metroz - «perché simboleggiano rispettivamente la passione, il successo e la purezza» e utilizzati per le impunture di sedili, interni porte, leva del cambio, volante e palpebra del quadro strumenti. Tutte le vetture Perfomance si caratterizzano per l'esclusiva tecnologia dei proiettori Led Visioni, Led che si ritrovano su alcuni modelli, come la pedaliera in alluminio d'intonazione sportiva.

Essendo realizzata, come detto, più per enfatizzare le sensazioni da Gran Turismo che per puntare alle prestazioni estreme, la Performance Line condivide i motori con le corrispondenti vetture della gamma “convenzionale”. Le DS3 dispongono così dei benzina 3 cilindri PureTech 1.2 da 82, 110 e 130 cv, oltre che 4 cilindri 1.6 turbo Thp da 160 cv, ai quali si affiancano i turbodiesel 1.6 BlueHdi da 100 e 120 cv. Per la DS4 ci sono il PureTech da 130 cv, i Thp da 165 e 210 cv, oltre ai BlueHdi 1.6 da 120 o 150 cv e 2.0 da 180 cv. L'ammiraglia, infine, offre quattro alternative: Thp da 165 e 210 cv, BlueHdi da 150 e 180 cv.
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Lunedì 5 Settembre 2016, 19:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Fiat Chrysler archivia un trimestre da record e il titolo vola in borsa riportando in territorio positivo (+0,15%) l’intero indice di Piazza Affari. Le contrattazioni delle azioni del gruppo...
Ford Mustang è la sportiva più venduta al mondo, oltre 150.000 esemplari venduti nel 2016
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
MODERNISSIMA
La linea di produzione della Alfa stelvio nella fabbrica di cassino
CASSINO - Auto premium possono solo nascere in una fabbrica premium. Oppure, dimmi da dove vieni e...
LA RIVOLUZIONE
Le retromarce, l'inversione di marcia, i posteggi e le uscite dalle aree di parcheggio, ma...
L'EVENTO
Una vecchia monoposto di Formula E transita a Roma con sullo sfondo il Colosseo
ROMA - Alla fine l'ok è finalmente arrivato. L’Aula Giulio Cesare dà il suo...
LA PRESENTAZIONE
La locandina della 40^ edizione della Dakar
PARIGI – La Dakar celebra la 40° edizione, la decima in Sudamerica, tornando in...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009