Luigi Di Maio, vicepresidente del consiglio

Di Maio: «Aboliremo il bollo auto, entro fine anno via ad un una tassa odiosa»

  • condividi l'articolo
  • 144,5 mila

ROMA - «Visto che lo spread si è abbassato, si potrebbe cominciare ad eliminare tassa odiosa che è bollo auto». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e vicepremier, Luigi Di Maio, a Uno Mattina. «Voglio trovare i soldi per permettere ai cittadini che acquistano un’ auto, che mi auguro sempre più ecologica, che possa essere meno tassata». L’idea è di «un consistente riduzione o di abolirlo davvero», ha specificato «da qui a fine anno le risorse le dobbiamo mettere insieme».

«Se andrà in porto sarà una misura da tantissimi anni attesa dagli automobilisti e sicuramente opportuna in quanto ridurrà il carico fiscale sulla motorizzazione che è ai massimi livelli nel mondo». Così Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, commenta l’annuncio del vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio sulla volontà di abolire il bollo auto che grava sugli automobilisti per quasi 7 miliardi. «A questo punto - aggiunge Quagliano - per adeguare il Paese agli standard europei sarebbe anche opportuno che il Governo rendesse integralmente detraibile l’Iva sulle auto aziendali così come ha promesso il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini il 14 maggio intervenendo al Dealer Day di Verona».

  • condividi l'articolo
  • 144,5 mila
Giovedì 18 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 21-07-2019 16:42 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2019-07-18 19:59:52
Il bollo auto è competenza delle regioni, lo incassano loro. Forse è contrario alla autonomia. Al posto del bollo auto le regioni si inventeranno qualcosa di diverso.
2019-07-18 21:01:06
Io mi permetterei di suggerire al ministro Di Maio di interessarsi di un problema ancor più odioso e cioè quello dell'assicurazione auto, che vede una ingiustificabile sperequazione tra il nord e il Sud, permeata da un alone di razzismo che non è più tollerabile. Personalmente e molti componenti della mia famiglia, abbiamo degli attestati di rischio pulitissimi eppure paghiamo fior di quattrini in premi assicurativi per il semplice fatto di essere Meridionali. Se è vero che qualcuno fa il furbetto con le polizze assicurative, questo non giustifica il fatto che noi dobbiamo pagare anche la quota assicurativa per quelli che sono nati al nord.
2019-07-18 21:06:43
Diceva un primo ministro belga: "Prima agisco, poi rifletto"...appunto.
2019-07-18 21:22:52
Invece del bollo abbi il coraggio di chiudere Alitalia
2019-07-18 22:03:17
e se il prezzo del bollo lo spalmassero sulla benzina non sarebbe meglio? così alla fine lo paga effettivamente chi usa l'auto e non ad esempio l'anziano che fa 1000 km l'anno o l'operaio che la usa solo per andare al lavoro. nessuno deve tirare fuori altri soldi così quelli risparmiati dallo spread li puoi usare in modo più intelligente che non sia il reddito di cittadinanza. e, dulcis in fundo, se compreso con la benzina il bollo lo pagherebbero anche i suoi paesani come è successo con il canone tv.