La nuova ​Citroën C4 nella versione con motore elettrico

​Citroën C4, la nuova punta sull’elettrico con stile, spazio e sicurezza

di Nicola Desiderio
  • condividi l'articolo

La Citroën C4 si fa in tre e diventa elettrica. Dopo le prime immagini dei giorni scorsi, la casa ha dato maggiori notizie sulla sua nuova compatta che prosegue la stirpe delle varie GS, BX e C4 Cactus fornendo al cliente la possibilità di scegliere tra 3 differenti propulsioni e proponendo di nuovo qualcosa di nuovo per lo stile, a cominciare dalla nuova firma luminosa, ispirata al Double Chevron, che accomuna sia la parte anteriore sia quella posteriore.

La nuova C4 è una sorta di coupé a ruote alte con una lunghezza di 4,36 metri, un’altezza di 1,52 e una larghezza di 1,8 metri netti. È basata sulla piattaforma CMF già vista sulle Peugeot 208 e 2008 oltre che sulla DS3 Crossback e le Opel Corsa e Mokka, ma grazie al passo di 2,67 metri, può offrire un’abitabilità interna che aspettiamo di verificare dal vivo, con 198 mm di spazio per le ginocchia di chi siede dietro. Il bagaglio ha una capacità di 380 litri con il fondo regolabile su due altezze e lo schienale abbattibile 60/40 dotato di vano passante. Inoltre ci sono altri 16 vani, per ulteriori 39 litri, tra cui il cassetto scorrevole e il supporto estraibile per i tablet di fronte al passeggero anteriore.

La strumentazione è tutta digitale con l’head-up display e lo schermo centrale da 10 pollici. Il tunnel centrale risulta volutamente molto alto per restituire la tipica sensazione Citroën anche su un veicolo a ruote alte come questo. I sedili comfort seguono questo concetto facendo il paio con le sospensioni progressive dotate di supporto idraulico per fornire alla C4 la qualità di marcia tipica delle Citroen. Ci sono 6 combinazioni per gli interni e 31 per la parte esterna, inoltre c’è anche il tetto panoramico apribile che sulla Cactus non c’era. Completa anche la dotazione di sicurezza con guida assistita di livello 2 e la telecamera che cattura le immagini, molto utile in caso di sinistro.

La gamma motori prevede un 3 cilindri 1.2 da 110 cv, 130 cv o 155 cv esclusivamente con cambio automatico a 8 rapporti che è anche l’unica scelta sul diesel 1.5 da 130 cv, disponibile insieme alla variante da 110 cv. Tutte sono omologate Euro6D e affiancano la versione elettrica con motore da 100 kW e 260 Nm alimentato da una batteria agli ioni di litio sistemata ad H sotto le due fila di sedili e il tunnel centrale. Il caricatore di bordo è da 7,4 kW (optional da 11 kW) in corrente alternata e da 100 kW in continua con la possibilità di incamerare l’80% di energia in 30 minuti e, in ogni caso, al ritmo di 10 km al minuto. Con colonnine o wallbox da 7,4 kW il pieno si fa in 7 ore e mezza, a 11 kW bastano 5 ore.

Non sono stati resi noti altri dati sulle versioni a motore tradizionale mentre per l’elettrica si sa che raggiunge 150 km/h, accelera da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi e ha un’autonomia di 350 km. La batteria è garantita per 8 anni o 160.000 km fino ad un’efficienza del 70%. Non ancora diramato il listino, ma si sa che gli ordini per la nuova Citroën C4 saranno aperti da settembre e le consegne inizieranno entro la fine dell’anno.

  • condividi l'articolo
Mercoledì 1 Luglio 2020 - Ultimo aggiornamento: 03-07-2020 11:22 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti