Volvo, vendite mondiali al terzo record di fila: nel 2016 cresciute del 6,2%

di Mattia Eccheli
ROMA – Con oltre 534.000 auto consegnate, Volvo Cars ha contabilizzato nel 2016 il terzo record storico consecutivo di vendite con una crescita del 6,2% rispetto al 2015. A livello globale, la vettura più gettonata (poco più di 161.000 unità) è stata XC60, seguita dalle declinazioni di V40 (101.380, anche con un calo delle immatricolazioni). Volvo XC90 è terza a quota 91.522 esemplari, ma i volumi sono più che raddoppiati.

Il numero uno, Håkan Samuelsson, ha confermato l'obiettivo delle 800.000 unità entro tre anni così come quello del milione di vetture elettrificate con il 2025 (nel 2019 debutterà la prima Volvo completamente elettrica), ma ha concesso che il marchio non cresce così velocemente come vorrebbe. Tuttavia, il costruttore prevede un nuovo record di vendite anche per il 2017. Lo scorso anno, Volvo è cresciuta ovunque, in particolare negli Stati Uniti (+18%, quasi 88.000 auto). L'Europa Occidentale (+4,1%) vale quasi il 40% del mercato e nella sola Svezia Volvo ha consegnato oltre 70.000 auto. Il primo mercato nazionale è quello della Cina, cresciuto dell'11,5% (quasi 91.000 registrazioni): i clienti del Regno di Mezzo hanno apprezzato in particolare XC60 e la versione a passo lungo della berlina della stessa gamma, S60L. L'Italia vale il 3,2% delle vendite complessive del marchio: con 16.981 unità, Volvo è cresciuta nel Belpaese del 5,69%.

Il risultato è frutto dell'ottima accoglienza ottenuta dalla famiglia 90: le immatricolazioni del generoso suv XC90 sono lievitate del 125%. E a quanto pare ci sono ulteriori margini di crescita. “Il dato – osserva il costruttore - evidenzia il successo del nuovo orientamento stilistico e ingegneristico della casa e fa ben sperare per il futuro, visto che nei prossimi anni è previsto il lancio di ulteriori nuovi modelli”. Quest'anno è previsto sia il lancio della rinnovata versione di XC60 sia di XC40, il primo di una serie di modelli della serie 40 sviluppata sull'architettura compatta CMA.

La razionalizzazione della produzione dovrebbe consentire a Volvo di rispondere più efficacemente alle richieste del mercato: non appena sarà completata la fabbrica di Charelston, nella Carolina del Sud verranno prodotte le nuove vetture basate sull’Architettura di Prodotto Scalabile (SPA), mentre tre distinti stabilimenti cinesi “sforneranno” S90 (Daqing), Serie 60 (Chengdu) e nuova Serie 40 (Luqiao, 350 km a sud di Shanghai: il sito è ancora in costruzione).
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 18 Gennaio 2017, 20:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009