la rivoluzionaria Ami ospite di molti dei 146 store Windtre diffusi sul territorio nazionale il cui personale propone anche un piano tariffario riservato

Citroën-Wind3, alleanza su innovazione e sostenibilità. La Ami “ospite” dei 146 store di telefonia diffusi in Italia

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

MILANO - C’è l’affinità di carattere, nel segno degli ideali condivisi di innovazione, accessibilità e sostenibilità alla base dell’accordo tra due brand conosciuti e importanti come Citroën e Windtre. Il cuore dell’inedita alleanza tra gli specialisti della telefonia fissa e mobile (oltre 26 milioni di clienti, con una rete che copre il 97% del territorio nazionale e oltre il 90% con il 5G) e la filiale italiana del marchio francese inquadrata nel gruppo Stellantis è la rivoluzionaria Ami. Un oggetto di mobilità “pulita” (non una vera automobile, ma piuttosto un quadriciclo leggero) che potrebbe rappresentare – soprattutto ma non solo per i più giovani – la soluzione ideale per gli spostamenti individuali (o al massimo di due persone) nelle aree urbane.

Una vocazione confermata dai numeri, che parlano di 2,41 metri di lunghezza, e di una propulsione 100% elettrica che garantisce una velocità massima di 45 km all’ora, un’autonomia di 75 km e un tempo di ricarica di 3 ore collegandosi a una normale presa di corrente come un qualunque elettrodomestico, senza bisogno di wallbox e di prese dedicate. Una vetturetta pulita e silenziosa, capace di tranquillizzare i genitori esorcizzandone i timori per l’incolumità dei figli (si può guidare a già 14 anni) grazie alla combinazione tra le performance moderate e l’attenzione alla sicurezza che per l’industria automobilistica è un prerequisito irrinunciabile.

L'iniziativa, battezzata GigAmi, prevede che la micro car alla spina con le sue svariate possibilità di personalizzazione sia “ospite” di molti dei 146 store Windtre diffusi sul territorio nazionale il cui personale, oltre a fornire informazioni sulle caratteristiche della vetturetta e ad aiutare l’eventuale processo di acquisto online, propone anche un piano tariffario riservato a chi l’Ami ce l’ha già: un canone mensile di 9,99 euro per un’offerta che comprende minuti e Giga illimitati in 5G, oltre a 200 sms. Proprio in questo, nella volontà di avvicinare le persone, c’è il filo rosso che unisce i due partner, decisi a portare a termine la missione ciascuno con i mezzi e le modalità che gli sono proprie. Citroën, per esempio ha senza dubbio attinto al mondo della telefonia mobile per elaborare le strategie commerciali della Ami.

Oltre all’acquisto tradizionale, con un listino che parte da 7.600 euro riducibile a poco più di 5.700 con gli incentivi, la micro car elettrica può essere acquisita in leasing con contratti di due, tre o quattro anni e con un’elasticità che consente al contraente di modificare “in corso d’opera” molti parametri. A titolo di esempio, l’offerta prevede un esborso mensile di 19,99 euro per 35 mesi e un primo canone di 2.144 euro che scende a 1.383 euro in caso di rottamazione. Quale che sia la sia scelta, il cliente può contare su un’esperienza di acquisizione integralmente digitale, dall’apertura della pratica alla configurazione della vettura (che viene declinata in 7 diverse versioni a loro volta personalizzabili con ricchi pacchetti opzionali) fino ad arrivare, sempre se il cliente lo desidera, alla consegna a domicilio.

  • condividi l'articolo
Venerdì 21 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento: 24-05-2021 10:24 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti